Futures USA accelerano dopo dato ordini

24 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Futures USA ben impostati sui mercati americani, specie dopo il dato sugli ordinativi di beni durevoli. I derivati statunitensi, che apparivano già sostenuti, hanno allungato il passo, portandosi sui massimi intraday. Gli ordinativi sono scesi dell’1,3% ad agosto, facendo peggio del previsto 1%. Il dato perì non appare così negativo se si guarda anche alla statistica depurata della componente trasporti, che ha fatto segnare un aumento del 2%, superiore all’1% atteso dal mercato. Intanto, il dollaro continua a deprezzarsi sui mercati valutari, spingendo l’euro verso i massimi di giornata a 1,3445 USD, mentre l’oro ha toccato nuovi record di 1.301,3 USD/oncia sul contratto di dicembre. Il contratto di dicembre sul Nasdaq mostra al momento un incremento di 24 punti +1,21% a 2005,5, mentre quello sullo S&P 500 sale di 13,5 punti (+1,20%) a 1133,9.