Futures Usa accelerano al rialzo grazie al dato occupazione

3 Agosto 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Futures sui principali indici azionari Usa accelerano al rialzo (vedi valori a fondo pagina), dopo la pubblicazione del report sul mercato del lavoro negli Stati Uniti, indicatore importante per assodare la reale situazione della ripresa economica e la possibilità di nuovi interventi monetari da parte della Federal Reserve. Euro a $1,2226.

Superate le attese degli analisti, la variazione dell’occupazione non agricola è stata +163.000 unità nel mese di luglio (stime +100.000), con il tasso di disoccupazione all’8,3% (8,2% precedente).

Occhio anche all’indice ISM non manifatturiero, visto a 52 nel mese di luglio, rispetto a 52,1 in giugno, secondo le stime degli analisti.

Nell’ultimo meeting di politica monetaria la banca centrale degli Stati Uniti, la Fed, ha deciso di non intervenire con nuovi stimoli a favore della ripresa. Almeno non ancora. Riconoscendo il momento di debolezza attraversato dall’economia del paese, sono state lasciate le porte aperte per future mosse accomodanti. Focus dunque sui dati che da questi giorni in poi verranno pubblicati prima del prossimo incontro di settembre.

Borse europee in ripresa, dopo che nella giornata di ieri erano state duramente colpite dalle parole del Presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, nella conferenza stampa a seguito della decisione di lasciare i tassi di interesse invariati.

Stop dunque da parte delle principali banche centrali. Il rally degli ultimi giorni era stato dettato proprio dalle aspettative di nuovi interventi. Aspettative poi deluse, ma gli investitori sembrano rimanere fiduciosi che prima o poi dovranno arrivare.

In un editoriale pubblicato su Bloomberg Mohamed El-Erian, Ceo di Pimco, il fondo obbligazionario più grande al mondo, ricorda che le banche centrali non possono salvare il mondo.

Riguardo la stagione degli utili Usa, tra i conti più attesi in giornata, i risultati di Procter & Gamble (PG).

LinkedIn, il più importante social network per professionisti, registra utili superiori alle attese nel secondo trimestre e rivede al rialzo le stime 2012, grazie alla raccolta di maggiori entrate da sottoscrittori, società e inserzioni pubblicitarie.

Dal fronte economico degli Stati Uniti, attesi i dati sull’indice ISM non manifatturiero alle 16.00.

In ambito valutario, l’euro in rialzo sul dollaro a $1,2226 (+0,38%). La moneta unica verso il franco svizzero a CHF 1,2010 (+0,02%), mentre contro lo yen sale del +0,86%, a JPY 96,10.

Per terminare la panoramica sui mercati, riguardo alle commodities, i futures sul petrolio su del +0,64%, a quota $87,69 al barile (+0,56 dollari), mentre le quotazioni dell’oro a $1.597,20 l’oncia (+0,62%).

Alle 14.32 ora italiana (le 8.32 di New York), i futures sull’indice S&P500 avanzano del +0,93%, a 1.374,60 punti.

I futures sul Nasdaq su +1,04%, a 2.645,75 punti.

I futures sul Dow Jones salgono +0,79%, a 12.933 punti.

Quanto ai Treasury, i rendimenti a 10 anni scambiano all’1,540%, in rialzo di 6 punti base.