FUTURES USA: A NEW YORK RITORNANO I BUY

25 Gennaio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Ad un’ora e mezza dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono in rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio in progresso per l’azionario.

Tra gli operatori continua a prevalere l’ottimismo generato dalle prospettive di ulteriori tagli dei tassi da parte della Fed, dall’accordo raggiunto dal governo Usa sul pacchetto di stimoli fiscali e dai buoni risultati aziendali comunicati negli ultimi giorni. “Si tratta di fattori importanti che lasciano pensare ad un allontanamento dal pericolo di recessione; il peggio potrebbe essere alle spalle” ha affermato Paul Mendelsohn, chief investment strategist di Windham Financial Services.

Con il rialzo giornaliero, i listini potrebbero mettere a segno la prima serie di tre sedute consecutive in rialzo e riportare contemporaneamente la prima performance settimanale positiva in oltre un mese.

Ad offrire una spinta al comparto tecnologico ci pensa il colosso informatico Microsoft (MSFT) che grazie alle robuste vendite del sistema operativo Vista e della console per videogames Xbox360 ha riportato un aumento del 79% dei profitti nell’ultimo trimestre e rivisto al rialzo, oltre il target degli analisti, l’outlook per i prossimi mesi.

Restando nel comparto societario, buone notizie emergono dal settore finanziario grazie all’interessamento mostrato dall’investitore miliardario Wilbur Ross ad acquistare il disastrato gruppo ‘bond insurer’ Ambac Financial (ABK). Il titolo e’ schizzato del 10% nel preborsa, trascinando al rialzo anche MBI (MBIA). Le due aziende si sono deprezzate del 70% circa negli ultimi mesi, messe in ginocchio dalla crisi del credito dovuta ai mutui subprime.

Sul mercato ci sono sempre opportunita’. E con news gratis, non le trovi. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sale il colosso biotech Amgen (AMGN) grazie alla buona trimestrale diffusa nell’after hour di ieri sera. Tra le societa’ che hanno riportato gli utili in mattinata, Fortune Brands (FO) ha battuto le attese degli analisti. I colossi componenti del Dow Jones, Caterpillar (CAT) e Honeywell hanno diffuso numeri in linea col consensus. In giornata non sono attesi importanti dati macroeconomici.

Sugli altri mercati, ancora in rialzo il petrolio. I futures con consegna marzo segnano al momento un progresso di $0.89 a $90.30 al barile. Sul valutario, in flessione l’euro rispetto al dollaro a 1.4708. L’oro avanza di $13.10 a $918.90 all’oncia. In netto calo i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.72%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 12.70 punti (+0.94%) a 1364.90.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +31.00 punti (+1.69%) a 1868.00.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 89 punti (+0.72%) a 12454.

parla di questo articolo nel Forum di WSI