FUTURES: SPINTA DAGLI ORDINI DI BENI DUREVOLI

26 Gennaio 2007, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’avvio, i contratti sugli indici Usa trattano in territorio positivo.

A diffondere buonumore tra gli operatori e’ stato il dati sugli ordinativi dei beni durevoli, che seppur leggermente inferiore alle attese degli analisti, ha mostrato un trend positivo della domanda di dicembre. Il dato e’ salito del 3.1%; esclusa la componente dei trasporti, il rialzo e’ stato del 2.3%, il primo da settembre e il maggiore da marzo.

Alle 16:00 ora italiana sara’ disponibile il dato sulla vendita di case nuove. Nella giornata di ieri il calo delle attivita’ di compravendita di case esistenti aveva risvegliato i timori di un rallentamento della crescita piu’ severo del previsto. Le attese degli analisti sono per un rimbalzo dell’indicatore.

La trimestrale di Microsoft ([[MSFT]]), diffusa nell’after hour, sostiene il Dow Jones ed offre supporto al Nasdaq, ieri colpito da un’ondata di vendite che hanno quasi interamente cancellato i guadagni della seduta precedente.

Il colosso di Bill Gates ha riportato un utile per azione di 26 centesimi nell’ultimo trimestre, superiore alle attese degli analisti, grazie alle vendite di server, software e della console per videogames, Xbox 360. Su base annuale i ricavi sono cresciuti del 6%. Il titolo viene scambiato in rialzo di circa il 2% nel preborsa.

Tra le blue chip sale anche il colosso dei macchinari per le costruzioni Caterpillar ([[CAT]]), che ha riportato utili leggermente inferiori alle attese ma ha annunciato stime bullish per i prossimi anni.

In controtendenza la piu’ grossa societa’ biotech al mondo, Amgen ([[AMGN]]), dopo aver comunicato gli utili trimestrali. Il titolo e’ scivolato del 3.3% dopo che la il gruppo ha annunciato profitti inferiori alle attese e risultati poco incoraggianti sugli ultimi studi di laboratorio.

Nel comparto energetico, il greggio e’ tornato a recuperare terreno dopo la flessione di ieri. Nel preborsa i futures con consegna marzo segnano un rialzo di 40 centesimi a $54.63.

Hai gia’ provato le quotazioni in tempo reale e il book a 15 livelli dei 3200 titoli NASDAQ e dei 2764 titoli NYSE? Non morire di noia con le 299 azioni di Borsa Italiana, scopri le eccezionali performance di BOOK NASDAQ, clicca su INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario l’euro e’ in calo rispetto al dollaro a $1.2904. L’oro arretra di $3.30 a 651.10 all’oncia. Invariati i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ fermo al 4.88%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 2.60 punti (0.17%) a 1431.90.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +2.75 punti (+0.15%) a 1794.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in rialzo di 26.00 punti (0.21%) a 12.567.