FUTURES SOTTOTONO IN ATTESA DEI DATI MACRO

26 Agosto 2009, di Redazione Wall Street Italia

Si profila una seduta debole per l’azionario americano, con i contratti sui principali indici di Borsa che quando manca un’ora e mezzo al suono della campanella sono orientati in lieve ribasso (vedi quotazioni a fondo pagina).

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

In attesa di un paio di rapporti chiave che stando alle attese dovrebbero mostrare segnali di miglioramento gli investitori preferiscono mantenere un approccio cauto e il mercato scambia in territorio negativo, pur rimanendo in prossimita’ dei massimi annuali.

In ambito macroeconomico gli investitori riceveranno nuove indicazioni sullo stato di salute del mercato immobiliare, con i dati relativi alla vendita di nuove case in luglio e sulla domanda di beni durevoli, sempre in luglio. Gli economisti prevedono una crescita a 395 mila unita’ da 384 mila per quanto riguarda il primo dato e un miglioramento del 4% per il secondo.

Ad attirare l’attenzione del mercato sara’ anche l’asta di Titoli di Stato a cinque anni da $39 miliardi e l’intervento sulle condizioni economiche che il presidente della Fed di Atlanta, Dennis Lockhart, terra’ alle 18 italiane.

Sotto i riflettori il settore sanitario dopo la scomparsa, a 77 anni, del Democratico Edward Kennedy, che tanto si e’ battuto per una riforma del sistema negli Stati Uniti. Sul mercato iniziano a circolare le prime ipotesi sul futuro della gia’ debole riforma doo la morte del Senatore.

Sul fronte delle trimestrali, pubblicheranno i conti fiscali Williams-Sonoma, Canadian Imperial Bank of Commerce e New York & Co.. Per quanto riguarda le notizie piu’ rilevanti, WPP, gigante britannico del settore pubblicitario, ha registrato un calo del 48% dei profitti. Nonostante gli eventi previsti il prossimo anno come le Olimpiadi Invernali e i Mondiali di Calcio in Sudafrica, il fatturato e’ previsto piatto per il 2010.

Molto richiesta la francese Alcatel-Lucent dopo che Reuters ha segnalato rumour di mercato secondo cui sarebbe arrivata un’offerta dalla Cina, mentre una societa’ di brokeraggio francese ha alzato il rating sul settore delle apparecchiature tlc.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico il greggio scambia in calo. I futures con consegna settembre cedono $0.36 0 a $71.69 al barile. Sul valutario, euro in ribasso nei confronti del dollaro a quota $1.4266. Avanza invece l’oro a $947.60 l’oncia (+$1.60). In progresso i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 3.4300% dal 3.4500% di ieri.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 2.50 punti (-0.24%) a 1023.60.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +1.0 punti (+0.06%) a 1635.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 19 punti (-0.20%) a 9504.00.