FUTURES: SI RIVEDONO GLI ACQUISTI SULL’AZIONARIO

21 Novembre 2008, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa continuano a trattare in buon rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio positivo per l’azionario. La giornata non prevede il rilascio di alcun dato macroeconomico, per cui gli operatori porranno maggiore enfasi sugli sviluppi societari. Nonostante il forte recupero dei listini, e’ comunque degno di nota un rapporto diffuso in mattinata da Goldman Sachs secondo cui il Pil reale subira’ una contrazione del 5% nel trimestre in corso e il tasso di disoccupazione potrebbe raggiungere il 9% entro la fine del prossimo anno.

A riportare gli acquisti sui mercati sono i buoni risultati trimestrali di alcune aziende hi-tech e la notizia, diffusa dal Wall Street Journal, che il colosso dei servizi bancari Citigroup potrebbe essere presto acquisito da un altra banca. “Il rimbalzo del preborsa e’ da attribuire probabilmente anche ad una ricopertura delle posizioni short mantenute nell’arco dell’intera settimana” fanno notare alcuni analisti a Wall Street.

Il massiccio sell-off degli ultimi due giorni ha causato un tonfo nella performance settimanle degli indici pari ad una perdita media del 13%. I listini sono in ribasso di circa il 20% dall’inizio del mese, e del 45% dall’inizio dell’anno. Non e’ da escludere che l’azionario possa subire la peggiore perdita annuale di sempre qualora non si realizzasse il classico rally di fine anno, sempre meno probabile date le attuali condizioni dell’economia.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Dopo essere crollato di quasi il 50% nelle ultime giornate, il titolo Citigroup e’ in discreto recupero nel preborsa, con un guadagno del 12% in seguito ad una notizia apparsa in mattinata sulla stampa americana secondo cui il Consiglio di Amministrazione sarebbe gia’ riunito per discutere la vendita dell’intero gruppo. Si parla anche di una possibile fusione con un’altra banca. La notizia sta trascinando al rialzo i titoli del comparto, lo spider settoriale (XLF) e’ avanzato del 3.3%.

Nel comparto hi-tech, acquisti sul colosso informatico Dell grazie al calo dei profitti piu’ contenuto delle attese (EPS di 6 centesimi migliore del consensus). Il titolo avanza del 4.5% circa. In progresso anche il gruppo software Salesforce.com forte di un aumento dei profitti pari a +55%. Utile in rialzo del 3% anche per la societa’ retail di abbigliamento Gap.

Sugli altri mercati, in recupero il petrolio: i futures con consegna dicembre sono in rialzo di $1.35 a $50.77 al barile. Sul valutario, l’euro e’ in progresso nei confronti del dollaro a quota 1.2572. In rialzo l’oro a $757.00 l’oncia (+$8.30). Scendono i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.16%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 19.60 punti (+2.62%) a 767.90.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +16.50 punti (+1.59%) a 1056.00.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 181punti (+2.42%) a 7668.00.

parla di questo articolo nel Forum di WSI