FUTURES: RIMBALZO DEI CONTRATTI, BENE AMD

19 Gennaio 2006, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sui principali indici Usa sono positivi.

Dopo il calo delle ultime due sessioni, dovuto al progresso del petrolio, prima, e ai deludenti dati trimestrali di Intel e Yahoo!, poi, sui mercati tornano a prevalere gli acquisti, innescati dai risultati finanziari positivi e superiori alle attese di Advanced Micro Devices, il secondo produttore di chip al mondo. Negli ultimi trimestri, la societa’ ha assistito ad un notevole incremento della propria quota di mercato proprio ai danni di Intel.

A diffondere il buonumore e’ anche il rimbalzo delle borse europee ed asiatiche. Il Nikkei ha chiuso la seduta di giovedi’ in rialzo del 2.31%, maggiore incremento giornaliero degli ultimi tre mesi. Nella giornata di mercoledi’, gli scambi sui mercati giapponesi erano stati chiusi in anticipo per eccesso di ribasso.

La trimestrale di AMD ha ridato fiducia agli operatori su un possibile irrobustimento degli utili aziendali. Tuttavia non sono mancate, anche nell’after hour di ieri, alcune grosse delusioni. Il colosso informatico Apple ha offerto un outlook povero sul prossimo trimestre, cosi’ come il gigante delle aste online eBay. Entrambi i titoli sono in calo nel preborsa di oltre due punti percentuali.

Sul fronte societario, sono attesi i dati sulle nuove richieste per sussidi di disoccupazione e sul mercato degli immobili, gia’ prima del suono della campanella. Alle 16:30 verranno comunicati gli aggiornamenti sulle scorte di petrolio (al momento i contratti futures sono in progresso di 18 centesimi a $65.91) ed infine alle 18:00 sara’ la volta del Philadelphia Fed.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, in leggero ribasso i titoli di Stato: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.37%. L’oro avanza di $4.70 a $549.20 all’oncia e l’euro viene scambiato a 1.2081 contro il dollaro

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 arretra di 2.40 punti a 1286.10 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in rialzo di 3.50punti a 1731.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 21 punti a 10912 punti.