FUTURES RIDUCONO I RIALZI DOPO I DATI MACRO

20 Ottobre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Si profila una seduta in cauto progresso a Wall Street, con i contratti sui principali indici azionari che quando manca mezz’ora all’avvio delle contrattazioni scambiano sopra i livelli della vigilia (vedi quotazioni a fondo pagina), dopo che le cifre macro hanno mostrato un calo superiore alle attese dei prezzi alla produzione e un rialzo inferiore alle stime dei nuovi cantieri edili.

A guidare i rialzi e’ il gigante dei macchinari Caterpillar, che ha superato nettamente le stime, alzando al contempo l’outlook sull’intero esercizio. I titoli accelerano del 6.5%. Tra i settori a mettersi in risalto sono le societa’ tecnologiche, favorite dai conti decisamente convincenti di Apple, che consentono al Nasdaq di registrare un’accelerazione piu’ ampia di quella degli altri indici principali.

A favorire gli acquisti, seppure contenuti, sono dunque gli ultimi risultati societari di un nutrito gruppo di componenti del Dow, ma non solo. Dopo che Eaton, Hasbro e Daimler hanno sorpreso in positivo, ieri a mercati chiusi e’ stata la volta di Apple e Texas Instruments, mentre oggi di Caterpillar e DuPont. Dopo il suono della campanella sara’ il turno di Yahoo!.

Apple corre del 6% dopo aver superato nettamente le stime sugli utili (+43%) e aver annunciato di aver venduto nel quarto trimestre fiscale 7.4 milioni di iPhone e oltre 3 milioni di computer Mac. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 76 centesimi al giorno, provalo ora!

“La persistente strategia di introdurre nuovi modelli fa si che i consumatori abbiano la sensazione di avere sempre il meglio e i modelli piu’ innovativi, che essi siano un telefono, un portatile o un computer fisso”, ossserva Romeo Dator, manager del fondo U.S. Global All-America.

Restando all’interno del settore hi-tech, anche Texas Instruments non e’ stata da meno, offrendo profitti e una guidance sugli utili piu’ alti del previsto. I titoli della produttrice di semiconduttori per telefonini e altri dispositivi fanno un balzo del 3%.

Una sfilza di componenti del Dow ha annunciato i risultati fiscali superiori alle attese, tra cui DuPont, Caterpillar e United Technologies, mentre Pfizer ha rivisto al rialzo le stime sugli utili, che tengono conto dell’acquisto di Wyeth.

Fuori dal Dow, Bank of New York Mellon ha accusato un rosso pari a $2.5 miliardi, ma se si escludono le perdite subite dal portafoglio di investimenti, i profitti hanno battuto le previsioni. Cio’ consente alle aizoni di accelerare di almeno il 3%. In ambito di notizie societarie, Adecco ha annunciato che comprera’ l’azienda di risorse umane specializzata nello staff professionale MPS per $1.3 miliardi.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico si muove in ribasso il greggio. Al momento i futures con consegna novembre perdono $0.17 a quota $79.44 al barile. Sul valutario cede terreno il dollaro, con l’euro che scambia in progresso nei confronti del biglietto verde a quota $1.4982. Avanza l’oro: i futures con scadenza dicembre scambiano in rialzo di $8.20 a quota $1066.30 l’oncia. In progresso i prezzi dei Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 3.3300% dal 3.3950% di ieri.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 2.20 punti (+0.20%) a quota 1093.30.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +14.00 punti (+0.80%) a 1764.25.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in progresso di 20.00 punti (+0.20%) a 10031.00.

Sullo stesso tema leggere anche gli articoli, analisi e commenti pubblicati da Wall Street Italia nelle ultime settimane:

WALL STREET: ATTENZIONE CHE SIAMO QUASI AL FINALE

WALL STREET: IL RIALZO PIU’ INGANNEVOLE DELLA STORIA

GURU CATASTROFISTI: SI CONSIGLIA SOLO A UN PUBBLICO MATURO

ALERT AZIONARIO: STA NASCENDO UNA BOLLA

FENOMENOLOGIA DEL RALLY DEL BABBEO (A NEW YORK)

BORSA: OBIETTIVI RAGGIUNTI, L’ANALISI TECNICA GETTA LA SPUGNA