FUTURES: RECUPERO IN VISTA A NEW YORK

7 Gennaio 2008, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa continuano a trattare in buon rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio positivo per l’azionario.

Gli operatori potrebbero rivedere le proprie posizioni sui mercati in seguito alla condizione di ipervenduto di breve termine creatasi con il recente sell-off. Le paure sull’ingresso in una fase di recessione dell’economia americana, ampliate dal deludente dato sull’occupazione diffuso la scorsa settimana, hanno spinto i listini fortemente al ribasso nei primi giorni di contrattazione del nuovo anno.

I principali indici azionari Usa hanno registrato performance negative in tre delle ultime quattro settimane. Il Dow Jones e’ in ribasso di circa 1364 punti dal record storico registrato il 9 ottobre scorso. In tali condizioni la Federal Reserve potrebbe optare per un proseguimento della politica monetaria di tipo accomodante per evitare un ulteriore deterioramento dell’attivita’ economica. Si parla con sempre piu’ insistenza di un ribasso dei tassi dello 0.50%.

In assenza di dati macroeconomici, ad occupare la scena in giornata sara’ con molte probabilita’ il comparto hi-tech in occasione del Consumer Electronics Show che prendera’ il via proprio oggi a Las Vegas, in cui saranno presentati i nuovi gadget tecnologici che verranno lanciati sul mercato nel 2008. A recuperare terreno potrebbe essere il colosso dei chip Intel (INTC) dopo aver lasciato sul terreno oltre l’8% nell’ultima sessione a causa delle pessime previsioni sulla futura spesa dei consumatori.

Mercato super-volatile. E con news gratis, certamente non guadagni. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Particolare attenzione sara’ polarizzata anche dalla catena retail Best Buy (BBY) che potrebbe accusare il downgrade emesso dagli analisti di Bear Stearns (BSC). Altri downgrade sono stati emessi dalla banca d’affari UBS sul colosso informatico IBM (IBM) e su Network Appliance (NTAP). Sony (SNE) potrebbe beneficiare dell’annuncio di Warner Bros sull’utilizzo della nuova tecnologia ad alta definizione. Luci accese anche sul colosso fast food McDonald’s (MCD) in seguito all’annuncio relativo all’apertura di nuovi bar all’interno dei propri ristoranti nel tentativo di contrastare la rivale Starbucks (SBUX).

Sugli altri mercati, il greggio si sta allontanando dal nuovo record registrato la scorsa settimana. Nelle contrattazioni elettroniche i futures con consegna gennaio segnano un ribasso di 27 centesimi a $97.64 al barile. Sul valutario, l’euro e’ in calo nei confronti del dollaro a quota 1.4724. L’oro guadagna $1.30 a $867.00 all’oncia. Giu’ i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.89%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 6.00 punti a 1428.90.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +3.50 punti a 1988.50

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 38 punti a 12925.

parla di questo articolo nel Forum di WSI