FUTURES POSITIVI, MA MOLTO DIPENDE DALL’OCCUPAZIONE

3 Novembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono positivi, ma il corso dei listini dipendera’ in larga misura dal rapporto occupazionale che sara’ diffuso prima dell’apertura e che potrebbe offrire maggiori dettagli sullo stato dell’economia.

Con gli operatori preoccuppati di un rallentamento economico piu’ severo del previsto, sara’ fondamentale valutare i numeri relativi all’occupazione e al costo del lavoro. Per il mese di ottobre, gli analisti si attendono una crescita dei nuovi posti di lavoro pari a 25 mila unita’. Un valore inferiore potrebbe delineare un trend negativo sul comparto del lavoro e dunque sulla sostenibilita’ di espansione economica. Le attese per il salario orario sono per un rialzo dello 0.3%.

Nella giornata di ieri il Dow Jones ha chiuso in ribasso la seduta per la quinta volta consecutiva, ripetendo una serie che non si verificava da oltre un anno. A far proseguire le vendite nella giornata di ieri erano stati una crescita nulla della produttivita’ e un aumento dei costi del lavoro.

Nel comparto societario, a soffrire inizialmente potrebbero essere Qualcomm ([[QCOM]]) e Caterpillar ([[CAT]]). La prima ha riportato una trimestrale superiore alle attese emettendo un profit warning sul futuro; un dirigente della seconda, invece, ha avvertito che per il 2007 si potra’ assistere ad un ulteriore indebolimento del mercato immobiliare americano, il che potrebbe comportare serie difficolta’ per il gruppo.

In calo anche il colossso alimentare dei prodotti organici, Whole Foods ([[WFMI]]), in seguito a commenti relativi ad un rallentamento della crescita delle vendite nel 2007. Di tutt’altra tendenza, invece, la direzione del titolo del colosso dei videogames Electronic Arts ([[ERTS]]), balzato di oltre il 6% nel preborsa, sulla scia dei risultati trimestrali migliori delle attese.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, il greggio sta recuperando parte del terreno ceduto negli ultimi giorni, avanzando di 36 centesimi a $58.24. Sul valutario, stabile l’euro a quota $1.2770. L’oro cede appena 10 centesimi a $627.70 all’oncia. Invariati i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.60%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 1.40 punti a 1372.70.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +1.75 punti a 1718.25.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in rialzo di 10 punti a 12046.