FUTURES PIATTI: OCCHI PUNTATI SUL DOW JONES

28 Settembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono sulla linea di parita’.

Il momentum sui mercati potrebbe spingere il Dow Jones al rialzo, fino a superare i massimi storici, di chiusura a 11722 e intraday a 11750, entrambi segnati il 14 gennaio del 2000. In mattinata, comunque, gli operatori si guardano bene dal assumere posizioni in attesa del dati finale sul Prodotto Interno Lordo del secondo trimestre.

Gli analisti prevedono un avanzamento della crescita ad un tasso annuale del 2.9%, lo stesso della lettura precedente. Il dato verra’ rilasciato alle 14:30 ora italiana, assieme a quello relativo alle nuove richieste per sussidi di disoccupazione.

Per la cronaca societaria, Citigroup ha alzato il target price della societa’ di chip Advanced Micro Devices, il che potrebbe dare una spinta al titolo. Nella giornata di ieri, un giudice federale aveva limitato le conseguenze del contenzioso legale in cui la rivale Intel avrebbe beneficiato di una posizione dominante di mercato, ma il titotlo e’ riuscito ad avanzare ugualmente.

Nel comparto energetico, il colosso Chevron ha annunciato che la produzione di gas naturale nei primi due mesi del terzo trimestre, e’ risultata in crescita dell’1.4% rispetto al trimestre precedente, grazie ai lavori di ristrutturazione nelle aree danneggiate dalle tempeste abbattuttesi sul Golfo del Messico.

Intanto, nel preborsa, il petrolio avanza leggermente (+6 centesimi) a $63.02 al barile. Ieri l’oro nero e’ riuscito a mettere a segno un considerevole rialzo nonostante l’incremento delle scorte di benzina e prodotti distillati.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario, in lieve rialzo l’euro a quota $1.2717. L’oro avanza di $5.50 a $608.80 all’oncia. In calo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 4.61%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 avanza di $0.70 punti a 1348.40.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +0.75 punti a 1678.00.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ invariato a 11774.