FUTURES: ORO GIALLO E ORO NERO AI MASSIMI

11 Aprile 2006, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono leggermente negativi.

L’elemento di preoccupazione e’ rappresentato ancora una volta dal greggio. I motivi che spingono i prezzi energetici vicino ai massimi storici sempre gli stessi: le ambizioni dell’Iran sul nucleare e l’instabile livello di scorte in Nigeria. L’aumento del greggio intensifica i timori di un possibile rallentamento della spesa dei consumatori e degli investimenti aziendali.

Nelle contrattazioni elettroniche, i contratti futures con scadenza maggio sono in progresso di 61 centesimi a quota $69.35 al barile. Ricordiamo che il massimo storico di $70.85 e’ stato toccato nel mese di agosto, in seguito ai danni causati dagli uragani nelle regioni del Golfo del Messico.

In una nota positiva per l’azionario, si leggono i buoni risultati trimestrali riportati nell’after hour di lunedi’ da Alcoa. Il gigante dell’alluminio, che ha cosi’ aperto la stagione degli utili, ha riportato nel primo trimestre un balzo di profitti e ricavi, attestatisi ad un livello superiore a quello atteso dagli analisti. Il titolo e’ cresciuto del 7%.

Nel settore auto, General Motors, la piu’ grande casa automobilistica al mondo, ha annunciato la cessione del 7.9% della quota detenuta nella societa’ giapponese Isuzu Motors per circa $300 milioni.

Nel comparto finanziario, UBS ha annunciato che acquistera’ un network di cliente privati da Piper Jaffray per un corrispettivo di almeno $500 milioni.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, in rialzo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.93%. In leggero progresso l’oro. I futures con scadenza giugno avanzano di $0.40 a $602.20 all’oncia. Sul valutario, stabile l’euro: il cambio col dollaro e’ a quota $1.2116.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 2.10 punti a 1303.30 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq arretra di 2.75 punti a 1732.75

Il contratto sull’indice Dow Jones perde 7 punti a 11201.