FUTURES: NON SI FERMANO I BUY, MA OCCHIO AI DATI

1 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

Ad un’ora e mezza dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono in rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio positivo per l’azionario.

Gli acquisti iniziali sono generati dalla buona trimestrale del colosso informatico Dell, che ha confermato il buon trend del comparto tecnologico. Tuttavia, la direzione dei listini nelle prossime ore dipendera’ in gran parte dai dati macro presenti in calendario.

Molto importante sara’ il rapporto occupazionale che dovrebbe mostare la creazione di 135 mila nuovi posti di lavoro nel settore non agricolo, in netto rialzo rispetto agli 88 mila fatti registrare lo scorso mese. Gli analisti sono ottimisti su un qualsiasi numero superiore alle 100 mila unita’, poiche’ rafforzerebbe le gia’ buone condizioni del mercato del lavoro.

Prima dell’apertura saranno resi noti anche i numeri sulla spesa al consumo e sul reddito personale, da cui potranno emergere nuove indicazioni sulla dinamica inflazionistica. Attesi anche gli aggiornamenti sul comparto manifatturiero e sulla fiducia dei consumatori (per entrambi e’ attesa una lieve contrazione).

Sul fronte societario, in luce il titolo Dell ([[DELL]]), salito del 4.34% nel preborsa dopo che la societa’ ha riportato utili di 34 centesimi per azione, $0.08 meglio del consensus. Migliori delle attese anche i ricavi. Il gruppo ha anticipato anche un taglio della forza lavoro.

Risvolti positivi sono emersi nella vicenda Dow Jones ([[DJ]]), il gruppo editoriale/finanziario in mano alla famiglia Bancroft che sembra abbia aperto alle trattative con il tycoon australiano Rupert Murdoch per la possibile vendita della societa’. Il titolo e’ schizzato del 14%.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, nel comparto energetico il petrolio sta cedendo terreno. Nelle contrattazioni elettroniche i futures con consegna luglio segnano un ribasso di 11 centesimi a quota $63.30 al barile.

Sul valutario, in leggera flessione l’euro nei confronti del dollaro a quota 1.3434. Avanza di $3.70 l’oro a $670.40 all’oncia. In lieve ribasso i titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni si e’ portato al 4.90%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in progresso di 4.10 punti (+0.27%) a 1537.00.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +5.00 punti (+0.26%) a 1937.25.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 33 punti (+0.24%) a 13683.00

Vuoi vincere 5000 euro? Dai la tua opinione su WSI