FUTURES: NERVOSISMO PRIMA DEI DATI MACRO

15 Dicembre 2005, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono negativi.

Il nervosismo degli operatori e’ spiegato dall’attesa del dato sull’inflazione, in calendario alle 14:30 ora italiana. La comunicazione dell’indicie dei prezzi al consumo potra’ determinare la direzione dei mercati per la seduta odierna. Le attese degli analisti sono per un calo dello 0.4% nel mese di novembre. Il dato “core” dovrebbe salire dello 0.2% secondo le stime.

Alla stessa ora saranno comunicati gli aggiornamneti dal mercato del lavoro. Pochi minuti prima dell’apertura delle borse verra’ comunicato il dato sulla produzione industriale di novembre ed infine alle 18:00 sara’ la volta del Philadelphia Fed.

Buone, intanto, le notizie provenienti dal fronte societario. Microsoft ha annunciato un aumento del dividendo trimestrale pari al 12.5% ed ha confermato l’ottimismo sui progetti futuri.

Le azioni del colosso del tabacco Altria saranno seguite con particolare attenzione dagli investitori, in occasione del verdetto su un caso giudiziario che vede coinvolto il gruppo.

Sotto i riflettori anche la farmaceutica Merck. L’azienda offrira’ maggiori dettagli, in un incontro con gli analisti, sulle strategie che intendera’ adottare per tornare alla profittabilita’

In ambito di M&A, il colosso biotech Amgen ha reso pubblica l’intenzione di acwuisire Abgenix per un controvalore di $2.2 miliardi, con lo scopo di prendere il pieno controllo del progetto su un nuovo farmaco contro il cancro, al momento in fase di sviluppo

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 9 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, in leggero calo il petrolio. Il contartto futures con scadenza gennaio sta cedendo 18 centesimi a quota $60.67 al barile. In leggero rialzo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.44%. L’oro arretra di $2.10 a $507.40 all’oncia e l’euro viene scambiato a 1.2009 contro il dollaro

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 arretra di 1.90 punti (-0.15%) a 1280.20 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in ribasso di 2 punti (-0.12%) a 1716.50 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in calo di 18 punti (-0.16%) a 10933 punti.