FUTURES NEGATIVI: PREOCCUPAZIONI DA WAL-MART

30 Ottobre 2006, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono negativi.

A diffondere nervosismo prima dell’apertura sono alcune preoccupazioni relative all’outlook economico sulla scia dei deludenti aggiornamenti offerti dal colosso retail Wal-Mart ([[WMT]]). La societa’ ha riportato vendite comparate inferiori alle gia’ contenute previsioni, riviste al ribasso nei giorni scorsi.

Sembra che il gruppo stia riscontrando problemi inerenti ad un abbassamento della domanda da parte dei consumatori, e ad una ristrutturazione dei punti vendita.

Ma a risollevare i listini potrebbero essere i dati provenienti dal fronte macro. Alle 14:30 saranno rilasciati il reddito personale e la spesa al consumo, accompagnati dall’importante indicatore dei prezzi al consumo. Un abbassamento delle pressioni inflazionistiche potrebbe riportare gli acquisti sui mercati.

Alla stessa ora e’ atteso anche un intervento del presidente della Fed del distretto di Richmond, Jeffrey Lacher, l’unico a votare per un incremento dei tassi nell’ultimo meeting in cui e’ stato deciso di mantenere i fed funds al 5.25%.

Per cio’ che riguarda le trimestrali, nel calendario odierno si distinguono quelle del colosso telecom Verizon ([[VZ]]), della principale radio americana, Clear Channel Communications ([[CCU]]) e della compagnia assicuratrice Metlife ([[MET]]).

Nel compareto energetico, il petrolio sta cedendo parte dei recenti guadagni, riportandosi al di sotto della soglia dei $60. Al momento i futures con scadenza dicembre segnano un ribasso di $1 centesimi a $59.75 al barile.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario, in leggero calo l’euro a quota $1.2728. L’oro guadagna $5.00 a $606.00 all’oncia. Avanzano i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.66%.

Alle 13:45 (le 7:45 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 3.60 punti a 1381.20.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna –4.50 punti a 1727.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in ribasso di 24 punti a 12113.