FUTURES NEGATIVI, OCCHI SULLE TRIMESTRALI

22 Aprile 2009, di Redazione Wall Street Italia

Ad un’ora e mezza dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono negativi (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio in rosso per l’azionario.

Gli occhi degli operatori sono chiaramente puntati sulle trimestrali societarie, dopo i risultati in chiaro-scuro annunciati nella giornata di ieri. Il colosso aerospaziale Boeing ha riportato in mattinata un utile per azione pari ad 86 centesimi, $0.05 peggio del consensus. In giornata saranno rilasciati anche i risultati di McDonald’s, AT&T, e Morgan Stanley; subito dopo la chiusura sara’ la volta di Apple e eBay.

A muoversi in controtendenza nel preborsa e’ il gigante media online Yahoo!, dopo aver riportato nell’after hour di ieri un calo del 78% dei profitti ed annunciato un taglio del 5% alla forza lavoro. In buon progresso anche la societa’ di chip Sandisk, dopo aver ridotto le stime sulle perdite fiscali.

Non ne puoi piu’ della Borsa? Sbagliato, perche’ qualcuno guadagna sempre. Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Tra le altre notizie, il colosso farmaceutico Roche sta risentendo dei deludenti dati sullo studio del farmaco anticancro Avastin, meno efficace di quanto ci si aspettasse: il titolo arretra del 10% circa.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico poco mosso il greggio. I futures con consegna giugno (da oggi quelli di riferimento) guadagnano $0.03 a $48.58 al barile. Piu’ tardi in mattinata, alle 16:30 ora italiana, saranno rilasciati i dati sulle scorte settimanali.

Sul valutario, stabile l’euro nei confronti del dollaro a quota 1.2945. Poco variato anche l’oro a quota $884.60 l’oncia. Scendono leggermente i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 2.91%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 4.10 punti (-0.48%) a 843.60.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -3.50 punti (-0.26%) a 1324.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones perde 32 punti (-0.40%) a 7891.00.