FUTURES MENO TONICI MA POSITIVI DOPO IL PIL

22 Dicembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa continuano a trattare sopra la linea di parita’ (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio positivo per l’azionario. I futures hanno pero’ ceduto terreno rispetto ai livelli iniziali, in reazione al rilascio del dato sul Pil, rivisto al ribasso.

Nel terzo triemstre il Prodotto Interno Lordo degli Usa e’ cresciuto del 2.2%, al di sotto delle stime e in ribasso rispetto alla lettura precente (+2.8% in entrambi i casi). Rivista leggemrente al ribasso anche la lettura sui consumi personali. Il dato ha comunque confermato la prima espansione del 2009, e cio’ dovrebbe essere sufficiente a conservare i modesti guadagni del preborsa.

Piu’ tardi, alle 16:00 ora italiana, l’attenzione si concentrera’ sul mercato immobiliare, con le vendite di case esistenti che nel mese di novembre dovrebbero risultare in progresso a 6.25 milioni di unita’.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Sul fronte societario, Take Two Interactive potrebbe risultare particolarmente attiva dopo che l’azienda produttrice di videogames ha comunicato la cessione della divisione di distribuzione a Synnex Corp per $43.3 milioni. Sotto i riflettori anche le azioni di Jabil Circuit in seguito ai risultati trimestrali migliori del consensus. Dopo la chiusura delle borse Red Hat, Micron Technology e Cintas riporteranno i numeri fiscali.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico in calo il greggio. I futures con consegna gennaio arretrano di $0.33 a $73.39 al barile. Sul valutario, in lieve rialzo l’euro nei confronti del dollaro a quota 1.4301. In ribasso l’oro a $1093.90 l’oncia (-$2.10). Nel comparto obbligazionario il tasso sul decennale e’ al 3.72%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 3.80 punti (+0.34%) a 1112.00.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +8.25 (+0.45%) a 1833.75.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 34 punti (+0.33%) a 10376.00.