FUTURES INDICI USA IN LIEVE CALO A NEW YORK

4 Febbraio 2008, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa continuano a trattare in leggero calo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio di settimana piatto o poco sotto la parita’ per l’azionario.

Ad occupare la scena fin dall’inizio e’ il comparto Internet. La proposta di Google (GOOG) relativa ad un’alleanza con Yahoo! (YHOO) nel tentativo di contrastare Microsoft (MSFT), dopo l’offerta di acquisto avanzata da quest’ultima sul colosso media online, continuera’ ad attrarre l’attenzione degli operatori per i risvolti che potra’ avere sull’intero comparto hi-tech. Lo scorso venerdi’ il titolo YHOO e’ arrivato a segnare un rialzo intraday del 60% grazie alla proposta di takeover di $44 miliardi avanzata dal gruppo di Bill Gates.

Gli investitori continuano comunque a mostrare un atteggiamento di cautela. L’economia resta un problema, soprattutto dopo la perdita dei posti di lavoro registrata a gennaio, la prima in quattro anni e mezzo. Da uno studio condotto dal NY Times, il 64% delle famiglie americane ritiene che l’attivita’ economica Usa sia in deterioramento, per il 32% e’ stabile, solo il 4% riconosce un miglioramento delle condizioni del mercato.

“Dopo le turbolenze sui comparti finanziario ed immobiliare, alla luce del buon recupero della scorsa settimana grazie al taglio dei tassi d’interesse e agli accordi societari, e’ giunto il momento di valutare la situazione per capire se tutti i problemi sono ormai alle spalle” ha affermato Andre Bakhos, president di Princeton Financial Group. Il dato in calendario atteso per la giornata odierna (ordini alle fabbriche) con ogni probabilita’ avra’ pero’ un effetto molto contenuto sul trading giornaliero.

Sul mercato ci sono sempre opportunita’. E con news gratis, non le trovi. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Tra gli altri titoli da monitorare in giornata di distingue il colosso dei chip Intel (INTC). Il settimanale finanziario Barron’s riporta che l’azienda potrebbe registrare utili record nei prossimi trimestri, estendnedo definitivamente il vantaggio sulla rivale Advanced Micro Devices (AMD). Il gruppo specilizzato in piani assicurativi, Humana (HUM) ha riportato risultati trimestrali migliori delle attese, il colosso alimentare Yum Brands (YUM) riportera’ i numeri fiscali subito dopo la chiusura delle borse.

Sugli altri mercati, in lieve calo il petrolio. Nelle contrattazioni elettroniche i futures con consegna marzo segnano un ribasso di $0.32 a $88.64 al barile. Sul valutario, ancora in progresso l’euro rispetto al dollaro a 1.4831. L’oro e’ in ribasso di $4.40 a $909.10 all’oncia. In ribasso i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.65%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 2.10 punti (-0.15%) a 1395.00.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -1.00 punt0 (-0.05%) a 1862.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones perde 14 punti (-0.11%) a 12742.

parla di questo articolo nel Forum di WSI