FUTURES INCERTI IN ATTESA DI TRIMESTRALI E DATI

21 Gennaio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Si profila una seduta in cauto progresso a Wall Street, con i contratti sui principali indici azionari che quando manca un’ora e mezzo all’inizio delle contrattazioni scambiano di poco sopra i livelli di ieri (vedi quotazioni a fondo pagina).

Gli investitori preferiscono non sbilanciarsi troppo nell’attesa di conoscere i conti trimestrali di grandi nomi come Goldman Sachs e Xerox, cosi’ come alcuni dati economici chiave dopo quelli molto solidi presentati dalla Cina, il cui PIL nel quarto trimestre e’ cresciuto del 10.7%, piu’ del previsto.

Il calendario macro Usa prevede alle 14:30 italiane la pubblicazione delle richieste di sussidio di disoccupazione settimanali, mentre alle 16 sara’ la volta del superindice di dicembre e del Philly Fed di gennaio.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Tra le societa’ che riporteranno i conti fiscali figura un gruppo nutrito di istittui finanziari, tra cui Goldman Sachs, Comerica, Fifth Third, Capital One, Legg Mason e KeyCorp. Riporteranno inoltre le cifre trimestrali Xerox, UnitedHealth Group e alcune compagnie aeree come Continental e Southwest Airlines.

Sugli altri mercati, sul valutario il dollaro continua a guadagnare terreno sull’euro, che non e’ stato certo aiutato dall’inatteso rallentamento in gennaio dell’espansione dei settori manifatturiero e dei servizi in Europa. La moneta unica si indebolisce a $1.4084.

Nel comparto energetico in progresso le quotazioni del greggio. I futures con consegna febbraio avanzano di $0.32 attestandosi a quota $77.99 al barile. In lieve flessione l’oro a $1105.00 l’oncia (-$0.68). Avanzano i prezzi dei Titoli di Stato, con il rendimento sul benchmark decennale che e’ sceso al 3.6700% dal 3.7070% di ieri.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 2.50 punti (+0.22%) a 1136.50.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +1.75 (+0.09%) a 1868.75.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 6.00 punti (+0.06%) a quota 10563.00.