FUTURES: INARRESTABILE LA CORSA DELL’ORO

3 Maggio 2006, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono negativi.

Sui mercati tornano a prevalere le vendite, innescate dal deludente outlook emesso dalla societa’ software Adobe. Ad impensierire gli operatori e’ anche lo spingimento del petrolio verso i $75 al barile.

Adobe ha annunciato che a causa della debolezza mostrata nei mercati europei ed americani, i profitti ed i ricavi del secondo trimestre si attesteranno al livello piu’ basso del range di previsione offerto precedentemente.

Le tensioni sui rapporti tra Occidente ed Iran, e le attese di un calo delle scorte di greggio (il dato verra’ comunicato alle 16:30 ora italiana), hanno spinto i prezzi energetici al rialzo. Nelle contrattazioni elettroniche, i contratti futures con consegna giugno segnano un progresso di 14 centesimi a $74.75.

Nella sessione di ieri, i listini avevano ripreso la strada dei rialzi, con il Dow Jones ai massimi di chiusura di quasi sei anni e l’indice S&P500 ai migliori livelli di cinque anni.

Gli altri dati economici attesi in giornata, riguardano l’indice ISM servizi di aprile e gli ordini alle fabbriche di marzo. Entrambi i dati saranno comunicati alle 16:00.

Non sono mancate, comunque, le notizie positive in ambito di utili societari. Time Warner, la societa’ media numero 1 al mondo, ha riportato un aumento dei profitti trimestrali, guidato dalla crescita delle sottoscrizioni per i servizi via cavo ed Internt ad alta velocita’. Procter & Gamble ha riportato utili superiori alle attese. Piu’ tardi sono attesi i numeri della catena di bar Starbucks.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, in lieve ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 5.13%. Inarrestabile l’oro. I futures con scadenza giugno avanzano di $8.10 a $675.700 all’oncia. Sul valutario, stabile l’euro: il cambio col dollaro e’ a quota $1.2630.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 1.40 punti a 1316.70.

Il contratto sull’indice Nasdaq arretra di 2.75 punti a 1696.00.

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 19 punti a 11435.