Futures in ripresa, in rialzo dell’1% circa

26 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Il mercato globale brinda alle indiscrezioni sull’arrivo di nuova liquidità da parte dell’asse Bce e Fmi , al fine di evitare il crack dell’euro. I futures americani si allineano così alla performance delle borse europee e puntano verso l’alto, in attesa di alcuni dati economici, tra cui le vendite di nuove case negli Stati Uniti.

In ripresa l’euro sul dollaro, nonostante rimanga prossimo ai minimi degli ultimi 10 anni nei confronti dello yen. La moneta unica torna sopra $1,35 e avanza sul dollaro dello 0,06%, a quota $1,3515, indietreggia sul franco svizzero a CHF 1,2193 (-0,2%) e contro lo yen, a JPY 103,1 (-0,25%).

Sul fronte delle commodities futures sul petrolio sono in rialzo dello 0,66% a $80,38 il barile. Continua la discesa delle quotazioni dell’oro, che perdono lo 0,35%, a quota $1.634,1 l’oncia.

Intanto alle 14.45 (le 8.45 ora di New York) il future sull’indice S&P500 sale di 15,70 punti (+1,39%), a quota 1.145,50 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 18,25 punti (+0,83%), a 2.210,50.

Il contratto sull’indice Dow Jones avanza di 118 punti (+1,10%), a 10.815.

Sul mercato dei Treasury, rendimenti decennali in rialzo di 2pb all’1,850%.