FUTURES IN RIALZO PRIMA DEI DATI MACRO

1 Maggio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Ad un’ora e mezza dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono positivi (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio in rialzo per l’azionario.

Continua a prevalere l’ottimismo dunque sul comparto azionario, Il mese di aprile si e’ concluso con performance eccellenti per i principali indici americani, le migliori in oltre sette anni. Gli operatori monitoreranno attentamente gli ultimi dati macro, alla ricerca di nuovi segnali che possano confermare il rallentamento della recessione. In giornata sono attesi i numeri sulla fiducia dei consumatori e sull’attivita’ manifatturiera.

Sotto i riflettori anche il settore dell’auto, in occasione del rilascio dei dati sulle vendite mensili. Ieri il gruppo automobilistico Chrysler ha richiesto di fatto l’ingresso nella fase di amministrazione controllata che comunque non dovrebbe superare i 60 giorni.

Non ne puoi piu’ della Borsa? Sbagliato, perche’ qualcuno guadagna sempre. Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

In ambito di trimestrali, nell’after hour di ieri il gruppo assicurativo MetLife ha comunicato una perdita netta pari a $574 milioni per i primi tre mesi dell’anno, ovvero 71 centesimi per azioni. In rialzo i profitti del gruppo software McAfee, saliti a $51.8 milioni dai $30.2 mln dello stesso periodo dello scorso anno. In giornata sono attesi i numeri fiscali di Mastercard e Chevron.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico in ribasso il greggio. I futures con consegna giugno cedono $0.28 a $50.84 al barile. Sul valutario, sale l’euro nei confronti del dollaro a quota 1.3287. In ribasso l’oro (-$8.80) a $882.40 l’oncia. Giu’ i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.16%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 3.80 punti (+0.44%) a 873.80.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +6.00 punti (+0.43%) a 1399.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 34 punti (+0.42%) a 8160.00.