FUTURES IN RIALZO: IL TRIMESTRE PARTE BENE

1 Luglio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Si profila un inizio di trimestre positivo per l’azionario americano, con i futures sui principali indici della Borsa orientati al rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina).

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Guidato da Bank of America, American Express e Alcoa, ieri il paniere delle blue chip Dow Jones ha chiuso il secondo trimestre con un rialzo dell’11%, mentre l’indice allargato S&P 500 ha guadagnato il 15% e il paniere dei tecnologici Nasdaq il 20%. A favorire il ritorno dell’appetito verso gli asset piu’ rischiosi sono stati i segnali che indicano come il mondo stia incominciando ad intravedere l’uscita dal tunnel della recessione, mentre il mercato creditizio nel frattempo inizia a scongelarsi.

Con il secondo trimestre alle spalle ora gli investitori si chiedono cosa il secondo semestre abbia in serbo. Oggi cercheranno di ottenere indicazioni non solo di un miglioramento dell’economia, ma anche di una crescita. Tra i dati macro piu’ importanti che verranno diffusi in giornata, figura la lettura dell’indice ISM dell’attivita’ manifatturiera nel mese di giugno e le vendite di case con contratti in corso relative a maggio.

L’andamento dei Futures nel pre-borsa di New York sta rispecchiando quello dei mercati europei, che guadagnano terreno dopo le buone notizie riguardanti l’attivita’ manifatturiera nel Regno Unito e nei 16 Paesi della Zona euro.

Tra le singole societa’, si mette in luce General Mills, dopo che la societa’ di prodotti alimentari (cereali Cheerios e lo yogurt Yoplait) ha annunciato di aver chiuso il quarto trimestre fiscale con utili piu’ che raddoppiati.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico i futures con consegna agosto sono in rialzo di $1.14 a $71.03 al barile. Sul valutario, l’euro scambia in progresso nei confronti del dollaro, attestandosi a quota 1.4063. Guadagna terreno l’oro, a $930.90 (+$0.38) l’oncia. In calo i prezzi dei Titoli di Stato Usa: il rendimento sul benchmark decennale e’ salito al 3.5700% dal 3.5230% di martedi’.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 5.30 punti (+0.58%) a 920.80.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +9.25 (+0.63%) a 1485.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 39 punti (+0.46%) a 8433.00.