Futures in forte rialzo, su oro e petrolio

10 Ottobre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – I futures americani (vedi performance in fondo pagina) anticipano un avvio positivo di Wall Street sulla scia del buon andamento dell’ azionario europeo , sostenuto dalle promesse della coppia Merkel-Sarkozy .

Nella giornata di oggi, in occasione della celebrazione del Columbus Day, gli uffici federali e i mercati obbligazionari rimarranno chiusi. Proseguiranno invece normalmente le contrattazioni a Wall Street.

Sul fronte economico, l’attenzione rimane ancora sulla disoccupazione degli Stati Uniti. I numeri usciti venerdì sono stati positivi, ma diversi sono gli scenari sul trend del tasso di disoccupazione Usa. Ci si chiede tra l’altro in che condizioni avrebbe versato il mercato del lavoro se non ci fossero stati gli stimoli economici del presidente Barack Obama.

Reso noto intanto il rapporto Ocse . L’Ocse rileva che ora anche su Stati Uniti, Germania e Russia il superindice indica indebolimenti in maniera più netta di prima, anche se su questi paesi resta al di sopra delle medie di lungo termine. Intanto, nella giornata di oggi, nessun dato rilevante avviverà dal fronte macroeconomico degli Stati Uniti.

Sul fronte valutario, l’euro continua a salire nei confronti del dollaro e supera ora anche la soglia a quota $1,36, attestandosi a $1,3622 (+1,7%). La moneta unica cede invece lo 0,70% nei confronti del franco svizzero a CHF1,2315, mentre contro lo yen guadagna l’1,5%, a 104,42. Il rapporto dollaro/yen è in calo dello 0,2%, a 76,62.

Sul fronte delle commodities, i futures sul petrolio guadagnano il 2%, a $84,65 al barile, mentre le quotazioni dell’oro avanzano del 2,08% a $1.669,80.

Alle 14.42 circa (le 8.42 circa ora di New York) il future sull’indice S&P500 avanza di 14,90 punti (+1,29%), a 1.169,80.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 è in rialzo di 31 punti (+1,31%) a 2.232,75

Il contratto sull’indice Dow Jones registra un progresso di 133 punti (+1,20%) a 11.199.