FUTURES IN CAUTO RIALZO ASPETTANDO FED E OBAMA

27 Gennaio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Si preannuncia una seduta in lieve rialzo a Wall Street, con i contratti sui principali indici azionari che quando manca un’ora e mezzo all’inizio delle contrattazioni scambiano sopra i livelli della vigilia (vedi quotazioni a fondo pagina).

A convincere gli investitori a tornare a fare acquisti sul mercato, anche se con moderazione, sono gli utili convincenti di colossi del calibro di Yahoo! e Boeing, mentre cresce l’attesa per l’esito della riunione del Comitato di politica monetaria della Federal Reserve e il contenuto dell’intervento del presidente Barack Obama alla State of the Union.

In ambito trimestrali, Caterpillar ha battuto le attese sul fronte degli utili, ma ha deluso per quanto riguarda il fatturato. Il colosso industriale ha emesso una guidance sugli utili del 2010 inferiore al consensus. In linea invece quella sui ricavi. Le azioni scambiano sostanzialmente piatte.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Da parte sua Boeing, ha riportato profitti piu’ alti delle previsioni, ma emesso linee guida leggermente sotto le stime per il 2010. I titoli cedono terreno al momento. Corrono invece Yahoo! (+3%) e Tyco Electronics (+6%) dopo aver annunciato di aver chiuso il trimestre con utili migliori del previsto.

Wall Street e’ attesa in settimana da piu’ eventi cruciali che si svolgeranno a Washington, due dei quali sono in calendario oggi. Dopo la pubblicazione dell’aggiornamento di dicembre sulle vendite di case nuove (attesa alle 16 italiane), alle 20:15 i riflettori saranno puntati sull’esito della riunione della Fed e la decisione sui tassi di interesse.

Alle 3 di notte italiane il presidente Obama terra’ il discorso annuale sullo Stato della Nazione, che attirera’ piu’ attenzione del solito, con i mercati che cercano di ottenere ulteriori dettagli sulla proposta volta a restringere le attivita’ speculative delle banche.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico in flessione le quotazioni del greggio. I futures con consegna marzo avanzano di $0.31 attestandosi a quota $75.02 al barile. Sul valutario la moneta unica e’ invariata a $1.4072. In calo l’oro a $1096.80 l’oncia (-$2.70). Poco mossi i prezzi dei Titoli di Stato, con il rendimento sul benchmark decennale che si attesta al 3.6300%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 1.60 punti (+0.15%) a 10088.80.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +2.75 (+0.15%) a 1799.25.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 6.00 punti (+0.06%) a quota 10144.00.