FUTURES IN CALO, OCCHI SU ENERGIA E RETAIL

13 Maggio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Ad un’ora e mezza dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono negativi (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio in ribasso per l’azionario.

Due settori in particolare saranno seguiti con attenzione dagli analisti in mattinata: il comparto energetico e quello retail. Con il greggio riportatosi sulla soglia dei $60 al barile, sara’ interessante valutare il rapporto tra domanda ed offerta, mentre per ricevere nuove informazioni sulla spesa dei consumatori, ancora alle prese con una condizione difficile del mercato del lavoro, bisognera’ attendere i numeri sulle vendite al dettaglio.

Dopo il rally delle ultime settimane, gli analisti di Credit Suisse raccomandano cautela, in quanto gli acquisti sulle societa’ cicliche potrebbero presto giungere a conclusione, seguiti da una rotazione degli investimenti verso le aziende maggiormente difensive.

Non ne puoi piu’ della Borsa? Sbagliato, perche’ qualcuno guadagna sempre. Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Sul fronte societario, Intel si sta spingendo al rialzo nel preborsa, dopo che il Ceo Otellini ha confermato agli analisti che le attivita’ di business sono risultate migliori del previsto nel secondo trimestre. Una presentazione agli analisti e’ attesa in giornata anche da parte del colosso informatico IBM.

Ford sta continuando a scivolare in borsa, in attesa di maggiori dettagli sulla nuova offerta di titoli per un valore complessivo di poco inferiore a $1.5 miliardi. In progresso la societa’ di bevande Dr Pepper Snapple dopo aver migliorato l’outlook per il 2009.

Sugli altri mercati, in rialzo il greggio. Il contratto con consegna giugno guadagna $0.35 a $59.20 al barile. Sul valutario, arretra l’euro nei confronti del dollaro a quota 1.3609. Guadagna terreno l’oro a $918.90 l’oncia (+$5.40). Giu’ i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.20%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 8.30 punti (-0.92%) a 898.50.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -16.75 punti (-1.21%) a 1368.25.

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 71 punti (-0.84%) a 8365.00.