Società

FUTURES IN CALO: OCCHI PUNTATI SULL’INFLAZIONE

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

A un’ora e mezza dall’apertura delle borse americane, i contratti futures sugli indici Usa sono negativi (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un’apertura in lieve calo dell’azionario.

Ad imporre una certa cautela prima dell’avvio e’ la nervosa attesa (sia in borsa che sul mercato obbligazionario) per i dati sull’inflazione che potrebbero segnalare la futura direzione dei tassi d’interesse americani che al momento, ricordiamo, sono al 5.25%. Alle 14:30 ora italiana verra’ diffuso l’aggiornamento sui prezzi al consumo (CPI) per cui e’ atteso un rialzo dello 0.1% della versione “standard” e dello 0.2% della versione “core”.

La cautela e’ dovuta anche al fatto che molti indici azionari americani – i tre Dow Industrials, Transports e Utilities, lo S&P 400 MidCap e il Russell 2000 – sono tutti ai massimi assoluti, il che rafforza la sensazione di alcuni analisti di una situazione di “ipercomprato” sull’azionario, almeno sul breve termone.

Di grande interesse, in giornata, saranno anche i dettagli del FOMC, relativi all’ultimo incontro della Fed in cui si e’ deciso di lasciare invariato il costo del denaro. I verbali dovrebbero confermare quanto affermato di recente dal presidente Bernanke sulla moderazione delle pressioni inflazionistiche associata ad un’espansione della crescita economica.

Prima, comunque, gli operatori avranno l’opportunita’ di analizzare gli ultimi numeri sul Superindice di gennaio e sulle scorte settimanali di greggio. Nel preborsa i futures con scadenza aprile sul petrolio, da oggi quelli di riferimento, segnano un ribasso di 48 centesimi a $58.37 al barile. Le temperature meno rigide in molte aree degli Stati Uniti stanno avendo l’effetto di limitare la domanda di carburante da riscaldamento, dopo l’impennata registrata nell’ultimo mese.

Sul fronte societario, contrastati i primi giudizi delle banche d’affari. Citigroup ha rivisto al rialzo il target price del colosso delle bibite Coca-Cola ([[KO]]), mentre Lehman Brothers ha tagliato il giudizio sul gigante della telefonia mobile Motorola ([[MOT]]) da Overweight a Neutral Weight.

A salire in avvio potrebbe essere Boeing ([[BA]]), il colosso aerospaziale che potrebbe beneficiare dell’ultimo ordine dei modelli 777 da parte della compagnia aerea British Airways ([[BAY]]).

APPENA 299 TITOLI QUOTATI SU BORSA ITALIANA, BEN 5.964 TITOLI QUOTATI SU NASDAQ E NYSE. CHE ASPETTI? E QUI SU WALL STREET ITALIA TROVI LE QUOTAZIONI IN TEMPO REALE E IL BOOK A 15 LIVELLI DI TUTTE LE AZIONI AMERICANE! CLICCA SU >>>[TOTALVIEW]<<< ALL'INTERNO DI INSIDER

Sugli altri mercati, nel comparto energetico, il petrolio e’ in forte ribasso. I futures cedono $1.25 a $58.14 al barile. Sul valutario l’euro e’ invariato rispetto al dollaro a quota 1.3137. L’oro avanza di appena 60 centesimi a $661.60 l’oncia. In calo i titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.67%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 1.80 punti (-0.12%) a 1460.00

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -3.00 punti (-0.16%) a 1835.75.

Il contratto sull’indice Dow Jones arretra di 13 punti (-0.10%) a 12783.