FUTURES: FOCUS SU CASE E ORDINI DI BENI DUREVOLI

24 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

Ad un’ora e mezza dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono in leggero calo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio in live ribasso per l’azionario.

Dopo l’allarme lanciato ieri da Greenspan su una possibile contrazione del mercato azionario cinese gli operatori si chiedono se il tasso di crescita dei listini degli ultimi mesi possa essere sostenibile. Il Dow Jones e l’S&P500 sono a nuovi massimi ed e’ necessario che l’economia offra segnali di forza per poter permettere un’estensione del recente rally.

A tal proposito sta prevalendo in mattinata un atteggiamento piu’ cauto in attesa degli aggiornamenti macroeconomici. Di grande importanza saranno i dati relativi al comparto manifatturiero (ordini di beni durevoli) e al settore immobiliare. La vendita di case nuove dovrebbe mostrare un timido rialzo rispetto al volume registrato lo scorso mese.

Intanto, una delle societa’ leader del comparto, Toll Brothers ([[TOL]]), ha riportato profitti trimestrali in forte calo, proprio a causa del difficile momento che sta caratterizzando il business degli immobili.

Nel comparto dell’auto, possibili pressioni di vendita potrebbero interessare il colosso General Motors ([[GM]]) in seguito all’emissione di obbligazioni convertibili per un valore di $1.1 miliardi. La societa’ ha anche ricevuto una richiesta formale da parte della SEC per la presentazione di determinati documenti relativi ad operazioni di trading non chiare.

Con riferimento alle trimestrali societarie, sotto i riflettori quelle del comparto retail: tra le aziende che diffonderanno i risultati si distinguono Barnes & Noble ([[BKS]]) e Bon-Ton Stores ([[BONT]]). Intanto, nel comparto farmaceutico, Mylan Labs ([[MYL]]) ha riportato una perdita trimestrale e ricavi inferiori al consensus.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, nel comparto energetico il petrolio tratta in lieve ribasso. I futures con consegna luglio segnano un calo di 25 centesimi a quota $65.52. Sul valutario, euro in lieve flessione rispetto al dollaro a quota 1.3443. Arretra di $1.4 l’oro a $661.20 all’oncia. In progresso i titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.83%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 2.00 punti (-0.13%) a 1523.70.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -2.50 punti (-0.13%) a 1907.75.

Il contratto sull’indice Dow Jones perde 14 punti (-0.10%) a 13544.

Vuoi vincere 5000 euro? Dai la tua opinione su WSI