Società

FUTURES DEBOLI, ORCACLE E MSFT NEL MIRINO

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

A un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono leggermente sotto la linea della parita’. Le contrastate notizie giunte dal comparto hi-tech hanno stanno spingendo il mercato in direzione opposta rispetto al forte rialzo di ieri.

Nella seduta di giovedi’, grazie agli aggiornamenti societari e ad un intervento di Bernanke “rassicurante” sull’inflazione, i listini hanno esteso il rally del giorno precedente. Il Dow Jones si e’ riportato sopra la soglia degli 11 mila punti, l’S&P500 ha registrato la migliore performance giornaliera di due anni e mezzo, il Nasdaq quella di due anni.

Nell’after hours di giovedi; il colosso software Oracle ha annunciato che i risultati trimestrali batteranno le stime diffuse in precedenza dal gruppo. Il titolo e’ avanzato di quasi il 6% nel preborsa. In calo, invece, il leader del settore, Microsoft, in seguito all’annuncio dell’abbandono dei compiti “giornalieri” da parte del co-fondatore Bill Gates che, a partire dal 2008, si dedichera’ maggiormente al Fondo di beneficenza creato con la moglie.

Due i dati economici attesi in mattinata: l’aggiornamento sulla bilancia delle partite correnti, prima dell’apertura, e quello sulla fiducia Michigan di giugno che verra’ diffuso alle 15:50 ora italiana.

Nel comparto energetico, il petrolio e’ in leggero rialzo, ma sempre sotto i $70 al barile. In questo momento i futures con consegna luglio vengono scambiati a $69.68, in rialzo di 18 centesimi. I movimenti nel comparto sono stati molto contenuti negli ultimi giorni, dopo che il dato sulle scorte ha evidenziato una quantita’ di benzina sufficiente a far fronte alla domanda estiva.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sul valutario, l’euro e’ in leggero progresso nei confronti del dollaro a quota 1.2656. L’oro avanza di $13.80 a $584.10 all’oncia. In leggero rialzo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 5.08%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 2 punti a 1265.70.

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in calo di 4.7 punti a 1589.75

Il contratto sull’indice Dow Jones arretra di 14 punti a 11095.