FUTURES DEBOLI: MALE I DATI, PREOCCUPA GM

5 Marzo 2009, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa continuano a trattare in ribasso (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio negativo per l’azionario.

Gli ultimi dati macro hanno fatto ben poco a risollevare le quotazioni. L’aggiornamento sulle richieste di sussidio da parte dei disoccupati ha confermato la debolezza del mercato del lavoro (il dato si e’ rivelato leggermente migliore delle attese, ma vicino ai livelli recordo), la produttivita’ dello scorso trimestre e’ crollata, registrando una contrazione dello 0,4%, sotto le stime degli economisti.

A preoccupare gli investitori in mattinata e’ anche l’allarme lanciato dal colosso automobilistico General Motors, in continua difficolta’, tanto da sollevare seri dubbi sulla capacita’ di proseguire nelle normali operazioni di produzione. L’azione arretra del 17% nel preborsa. Il rischio di bancarotta di GM sta pesando sul sentiment generale, gli operatori hanno ripreso ad uscire dall’azionario.

Ancora pressioni sul comparto finanziario. L’agenzia di rating Moody’s ha confermato che potrebbe emettere un downgrade sulla qualita’ del credito di Bank of America e Wells Fargo, ed abbassare l’outlook su JP Morgan a “Negative”. I titoli delle tre banche si muovono in rosso nel pre-market, l’intero settore e’ posizionato ad arretrare rispetto agli ultimi livelli di chiusura.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, nel comparto energetico arretra il greggio. I futures con consegna aprile segnano un ribasso di $1,32 a $44,06 al barile. Sul valutario, scende l’euro nei confronti del dollaro a quota 1,2522. In recupero l’oro a $914,90 l’oncia (+$8,20). In rialzo i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 2.88%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 15,70 punti (-2,22%) a 692,70.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -7,25 punti (-0,66%) a 1093,75.

Il contratto sull’indice Dow Jones perde 118 punti (-1,73%) a 6712,00.