FUTURES: CONTRATTI PIATTI, FOCUS SULL’ECONOMIA

28 Febbraio 2006, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono contrastati ma vicini alla linea di parita’.

Gli operatori preferiscono non sbilanciarsi in vista dei numerosi aggiornamenti economici che potrebbero fornire ulteriori segnali sulla politica monetaria condotta dalla Federal Reserve. Di rilevante importanza sara’ il dato sul Prodotto Interno Lordo del quarto trimestre. Le stime degli analisti sono per una revisione del dato all’1.6% dall’1.1% precedente, livello minimo degli ultimi tre anni.

Il dato sul deflatore del Pil non dovrebbe subire alcuna variazione rispetto al 3% della prima lettura. Un aumento di tale componente potrebbe implicare una continuazione del ciclo rialzista sui tassi d’interesse da parte della Fed oltre le attese.

Gli altri dati in calendario riguardano il Chicago PMI e la fiducia dei consumatori di febbraio e le vendite di case esistenti relative al mese di gennaio.

Passando al fronte societario, Chesapeake Energy potrebbe registrare un discreto rialzo in apertura in seguito alla notizia dell’inserimento del titolo all’interno dell’indice S&P500: nel preborsa e’ in progresso del 3.73%. In ambito di utili societari, sono attesi, tra gli altri, i numeri del colosso alimentare H.J. Heinz e della societa’ energetica Williams Cos.

Nel comparto energetico, in lieve flessione il greggio. Dopo il sell-off di lunedi’, che ha fatto arretrare i prezzi petroliferi di oltre il 3%, i contratti futures vengono scambiati a quota $60.80 al barile, in calo di 20 centesimi.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, in rialzo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.58%. In lieve rialzo l’oro: i futures con scadenza aprile stanno avanzando di $1.70 a $558.70 all’oncia. In leggero recupero l’euro nei confronti del dollaro: il cambio e’ a quota $1.1882.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ invariato a 1294.00 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq avanza di 2.00 punti a 1697.00

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 3 punti a 11092.