FUTURES: CONTRATTI NEGATIVI, ATTESI DATI MACRO

14 Marzo 2006, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono negativi.

Gli operatori sono in attesa dei dati sulle vendite al dettaglio di febbraio, che verranno rilasciati alle 14:30 ora italiana. Le attese degli analisti sono per un calo dello 0.9%, contro un rialzo del 2.3% nel mese precedente. Escluso il settore auto, il dato dovrebbe scendere dello 0.5%.

Gli investitori stanno vivendo un periodo di alta indecisione, principalmente a causa dei dubbi sulla politica monetaria della Fed. Se il dato sulle vendite al dettaglio risultera’ superiore alle attese, potrebbe aggiungere maggiori pressioni alla Banca Centrale Usa che si vedra’ costretta, probabilmente, a continuare ad alzare i tassi. Al momento questi sono al 4.5%. Restano gli interrogativi su che punto il costo del denaro continuera’ a salire.

Nel comparto societario, sotto i riflettori il settore finanziario con Goldman Sachs attesa per la comunicazione della trimestrale. Luci accese anche per Procter & Gamble. Il colosso farmaceutico ha rivisto leggermente al ribasso le stime sulle vendite del trimestre in corso ma ha annunciato un aumento del dividendo.

Occhi puntati anche sul Nyse Group, che potrebbe essere sotto pressione in seguito alla richiesta di vendita di $100 milioni in azioni da parte dei proprietari del NYSE. Nel preborsa il titolo cede il 2.21%.

Di certo non sara’ trascurato dagli operatori il comparto energetico, soprattutto in seguito al rally di ieri che ha portato il greggio vicino ai $62 al barile. Nelle contrattazioni elettroniche i contratti futures con consegna aprile avanzano di 11 centesimi a $61.88.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, in rialzo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.74%. In ribasso l’oro (-3.90): i futures con scadenza aprile sono a quota $543.60 all’oncia. Stabile l’euro nei confronti del dollaro: il cambio e’ a quota $1.1952.

Alle 14:15 (le 8:15 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 2.80 punti a 1263.00 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq arretra di 5.50 punti a 1668.00

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 23 punti a 11146.