FUTURES: CONTRATTI INVARIATI ANCHE DOPO I DATI MACRO

29 Settembre 2005, di Redazione Wall Street Italia

A circa mezz’ora dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa continuano ad essere vicini alla linea di parita’.

I dati economici pubblicati in mattinata non hanno sortito alcun effetto sulle contrattazioni dei futures. In particolare, si e’ rivelato in linea con le attese degli analisti il dato finale sul Pil del secondo trimestre. L’indicatore ha registrato un incremento del 3.3%, confermando la variazione registrata nella lettura precedente.

Migliori delle attese, invece, gli aggiornamenti dal mercato del lavoro. Nella settimana conclusasi il 24 settembre, le nuove richieste di sussidi di disoccupazione sono scese a quota 356 mila, contro un consensus di 420 mila unita’.

Nel comparto energetico prosegue intanto la corsa del petrolio, spinto dal dato sulle scorte comunicato nella sessione di mercoledi’, rivelatosi inferiore alle previsioni. In questo momento il contratto future con scadenza novembre e’ in progresso di 49 centesimi e viene scambiato a $66.84 al barile.

Sul fronte societario, buone notizie per quanto riguarda gli utili. Il colosso delle bibite PepsiCo, ha riportato risultati trimestrali superiori alle previsioni degli analisti. Nel preborsa il titolo e’ in rialzo del 2.62%.

In ambito di mergers & acquisitions, la societa’ di trading online E*Trade, ha raggiunto un accordo per l’acquisizione di BrownCo, societa’ di brokeraggio in forza a JP Morgan. L’affare dovrebbe aggirarsi intorno a $1.6 miliardi da pagarsi in cash.

Tra le altre notizie, la banca d’affari JP Morgan ha inserito il titolo del gruppo telecom Qwest Communications alla propria Focus List.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 10 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sono in lieve calo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.28% contro il 4.26% della chiusura di mercoledi’. L’oro cede $1.1 a $472 e l’euro viene scambiato a 1.2012 contro il dollaro.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 cede 0.30 punti (-0.02%) a 122250.

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in rialzo di 1 punto (+0.06%) 1581.50 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones segna un ribasso di 2 punti (-0.02%)a 10507 punti.