FUTURES: CONTRATTI IN RIALZO SPINTI DA OPERAZIONI M&A

13 Marzo 2006, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono positivi.

A diffondere il buonumore in avvio di settimana sono le notizie di mergers & acquisitions. In assenza di dati macroeconomici, e’ chiaro che gli operatori si focalizzino maggiormente sulle attivita’ societarie.

La societa’ finanziaria, specializzata in carte di credito, Capital One Financial, ha raggiunto un accordo per il rilevamento di NorthFork Bancorp da pagarsi in titoli e azioni per un valore complessivo di $14.6 miliardi.

Nel comparto dell’editoria, McClatchy ha annunciato che acquisira’ la rivale Knight-Ridder in una transazione stimata intorno ai $4.5 miliardi.

Sotto i riflettori anche il colosso aerospaziale Boeing. Un articolo di Barron’s cita che la societa’ e’ ben posizionata per riguadagnare una posizione di supremazia nel business in cui opera.

Nel comparto energetico, poco variato il petrolio. Nelle contrattazioni elettroniche i contratti futures con consegna aprile cedono 13 centesimi a quota $59.83.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, in ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.79%. In progresso l’oro (+$4.30): i futures con scadenza aprile sono a quota $545.60 all’oncia. Stabile l’euro nei confronti del dollaro: il cambio e’ a quota $1.1926.

Alle 14:15 (le 8:15 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 2.40 punti a 1275.50 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq avanza di 6.50 punti a 1673.00

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 22 punti a 11174.