FUTURES: CONTRATTI IN CALO, FOCUS SU TASSI E GREGGIO

8 Marzo 2006, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono negativi ed indicano un’apertura in calo per Wall Street, la quinta consecutiva per Nasdaq e S&P500.

A preoccupare gli investitori continua ad essere il rialzo dei rendimenti sui titoli di Stati, ieri schizzati ai massimi di 21 mesi al 4.81%. In mattinata sono fermi al 4.73%. Il fatto tende a distogliere l’attenzione degli investitori dal mercato azionario e rende piu’ attraente l’investimento in bond.

A pesare sul sentiment pre apertura sono anche le prospettive di ulteriori aumenti dei tassi d’interesse da parte della Fed, nel tentativo di contenere le pressioni inflazionistiche. Maggiori tassi rendono piu’ difficili e costosi i prestiti richiesti dalle aziende, intensificando i dubbi sulla crescita dei profitti societari.

Nel comparto energetico, il petrolio continua a cedere terreno. Nella giornata odierna sono attesi i dati sulle scorte settimanali e le decisioni dell’OPEC, impegnata in un meeting a Vienna, relative alla quantita’ di output da immettere sul mercato. Le attese sono per una conferma dell’attuale livello. Nelle contrattazioni elettroniche i futures sul greggio cedono 19 centesimi a $61.39.

Nel comparto societario, sotto i riflettori Google, nel preborsa in ribasso del 2.78%, dopo aver innavertitamente pubblicato informazioni riservate ad uso interno in seguito all’incontro con gli analisti svoltosi la scorsa settimana. Goldman Sachs ne ha rivisto leggermente al ribasso il target price da $500 a $490.

In evidenza, la quotazione del New York Stock Exchange, lo stock market piu’ grande al mondo valutato circa $10.5 miliardi, che iniziera’ oggi le contrattazioni dopo aver definitivamente completato l’acquisizione di Archipelago. Il ticker adottato per il Big Board sara’ NYX.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, perde terreno l’oro (-$3.80): i futures con scadenza aprile sono a quota $550.70 all’oncia. Recupera l’euro nei confronti del dollaro: il cambio e’ a quota $1.1911.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 3.50 punti a 1274.10 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq arretra di 6.50 punti a 1659.00

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 18 punti a 10966.