FUTURES: CONTRATTI GIU’, DELUDE TEXAS INSTRUMENTS

7 Marzo 2006, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono negativi ed indicano un’apertura in calo per Wall Street.

A preoccupare gli investitori e’ il deludente outlook diffuso dal colosso tecnologico Texas Instruments durante il consueto aggiornamento infratrimestrale offerto ieri subito dopo la chiusura.

La societa’ ha rivisto al rialzo le stime sui profitti, ma non nella misura attesa dalla maggior parte degli operatori. Nel preborsa il titolo TXN sta cedendo oltre il 3%. La notizia arriva una settimana dopo la deludente comunicazione di Intel, relativa ad un ridimensionamento dei ricavi rispetto alle stime precedenti.

Il rimbalzo dei prezzi energetici potrebbe costituire un ulteriore peso per il mercato azionario nelle contrattazioni odierne. I futures sul petrolio con scadenza aprile sono avanzati di 21 centesimi a quota $62.61 al barile. Dalla meta’ di febbraio il prezzo del greggio e’ in rialzo dell’8% a causa dei disordini in Nigeria e dei timori sulle ambizioni dell’Iran legate al programma nucleare.

Sul fronte macro, alle 14:30 ora italiana sono attesi i dati sulla produttivita’ del quarto trimestre. Le attese sono per un calo dello 0.1%; il dato precedente aveva segnato un calo piu’ marcato pari a –0.6%.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, in netto calo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.79%. In leggera flessione l’oro: i futures con scadenza aprile sono a quota $555.30 all’oncia. Perde terreno l’euro nei confronti del dollaro: il cambio e’ a quota $1.1914.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 3.50 punti a 1276.10 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq arretra di 4.50 punti a 1670.00

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 26 punti a 10937.