FUTURES: CONTRATTI GIU’ CON ORO E PETROLIO

15 Maggio 2006, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono negativi, e fanno intendere un’apertura di settimana in calo.

In mattinata sembra che i comparti azionario, energetico e dei metalli preziosi siano tutti sulla stessa barca: la debolezza e’ piuttosto diffusa, solo il dollaro sta recuperando terreno rispetto alle principali valute.

La scorsa settimana ha visto il Dow Jones avvicinarsi al massimo storico, segnato nel gennaio 2000, per poi arretrare con forza a causa dell’intensificarsi delle pressioni inflazionistiche; il Dow jones ha perso quasi quattro punti percentuali nelle sole ultime due sedute.

Dopo essersi spinto ad alti livelli, nelle contrattazioni elettroniche il petrolio cede oltre il 2%: gli elevati costi stanno ridimensionando la domanda globale tanto che l’EIA ne ha tagliato le stime per l’anno in corso. In questo momento i futures con scadenza giugno segnano un ribasso di $1.73 a quota $70.31 al barile.

Anche l’oro e’ in forte calo, ben sotto la soglia dei $700. I contratti con consegna giugno vengono ora scambiati a $689.60 all’oncia, $22.20 al di sotto della chiusura di venerdi’.

Nell’arco della settimana verranno rilasciati importanti aggiornamenti economici. Sono attesi i numeri sui prezzi al consumo e sulla produzione, che potranno offrire maggiori dettagli sull’inflazione: alcuni analisti hanno avanzato l’ipotesi di un’ulteriore erosione dell’azionario fino a quel momento.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, in recupero i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 5.18%. Sul valutario, euro fa dietro front nei confronti del dollaro e si porta sotto la soglia di $1.29: in questo momento il cambio e’ a quota $1.2812..

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 2.1 punti a 1292.20.

Il contratto sull’indice Nasdaq arretra di 6 punti a 1635.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 13 punti a 11395.