FUTURES: CONTINUANO I SELL SUL COMPARTO ENERGETICO

11 Novembre 2005, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono poco sopra la linea di parita’.

La mancanza di dati economici, unita al numero esiguo di societa’ che riporteranno i risultati trimestrali in giornata, potrebbero lasciare i mercati senza una precisa direzione. Inoltre il mercato obbligazionario rimarra’ chiuso per la ricorrenza del Veteran’s Day. Secondo gli analsiti si potrebbe assistere ad un’alta volatilita’ dei mercati dati i volumi di contrattazione inferiori alla media.

Alcune preoccupazioni arrivano dal colosso dei Personal Computer Dell. Nell’after hour di giovedi’ l’azienda ha riportato un calo del 28% sugli utili ed ha annunciato che I risultati del prossimo trimestre si collocheranno ad un livello piu’ basso rispetto a quello stimato da alcuni analisti.

Bene, invece, la catena retail dell’abbigliamento Khol’s, che ha riportato un incremento del 15% sugli utili trimestrali dato l’incremento della domanda.

Sotto i riflettori anche le azioni della societa’ produttrice di chip per lettori media digitali (iPod di Apple in particolare). Il titolo e’ schizzato di oltre il 15%, in seguito al ritiro, da parte dell’azienda, di un piano di offerta di azioni e alla revisione al rialzo dell’outlook sul prossimo trimestre.

A sostenere i mercati potrebbe intervenire il petrolio, ieri scivolato ai minimi di cinque mesi. In questo momento il contratto futures con consegna dicembre viene scambiato a quota $57.37, in ribasso di 43 centesimi. A contribuire al sell-off sul comparto energetico sono la ripresa delle attivita’ lavorative negli impianti recentemente colpiti dagli uragani e la revisione al ribasso da parte dellEIA sulla domanda globale di prodotti petroliferi.

aumento. Intanto le quotazioni sui futures con scadenza dicembre segnano un ribasso di 28 centesimi a $59.43 al barile.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 10 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati sono invariati i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.54%. L’oro arretra di 70 centesimi a $467 all’oncia e l’euro viene scambiato a 1.1700 contro il dollaro

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ invariato a 1233.80 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in progresso di quattro punti (+0.24%) a 1660.5 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in rialzo di 2 punti (+0.02%) a 10662.