FUTURES: CONTENUTA DEBOLEZZA IN AVVIO DI SETTIMANA

30 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono contrastati ma poco distanti dalla parita’ (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio di settimana piatto, o in leggero calo, per l’azionario.

Aprile e’ stato il mese migliore degli ultimi tre anni in termini di performance degli indici: gli operatori hanno apprezzato fortemente il flusso di trimestrali positive che ha ridato fiducia sulla spesa dei consumatori e sugli investimenti aziendali; inoltre si continua ad assistere ad un’intensa attivita’ di acquisizioni e fusioni aziendali, il che rappresenta un catalizzatore significativo per le borse.

A preoccupare relativamente gli investitori e’ pero’ lo scenario economico, caratterizzato da prezzi ancora in aumento e un rallentamento della crescita economica. I numeri arrivati in mattinata hanno evidenziato un temporaneo rallentamento delle pressioni inflazionistiche, ma i dubbi sulle prossime mosse della Fed in materia di tassi d’interesse restano ancora elevati.

Nel mese di marzo le spese al consumo sono cresciute dello 0.3%, in misura inferiore rispetto al reddito personale, avanzato dello 0.7%. Le attese degli analisti erano per un rialzo dello 0.5% per entrambi i dati. Invariato il tasso “core”. Subito dopo il suono della campanella saranno disponibili gli aggiornamenti sul Chicago PMI e sulla spesa per le costruzioni.

Riguardo la stagione degli utili, al momento le societa’ facenti parte dell’S&P500 sono posizionate per riportare un incremento medio degli utili trimestrali del 7.4%, in rialzo rispetto al 5.3% della scorsa settimana. Tra le aziende che hanno riportato i bilanci in mattinata, bene la societa’ di telecomunicazioni Verizon ([[VZ]]) e il colosso dei cereali Kellog ([[K]]): entrambi i titoli viaggiano in progresso nel preborsa.

Tra le notizie di M&A, riflettori accesi sul comparto Internet. Il gigante media online Yahoo! ([[YHOO]]) rilevera’ per $680 milioni il resto di Right Media nel tentativo di ravvivare le operazioni pubblicitarie.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, nel comparto energetico il petrolio e’ stabile. Nelle contrattazioni elettroniche i futures con consegna giugno sono invariati a $66.46 al barile.

Sul valutario, l’euro sta cedendo parte dei recenti guadagni nei confronti del dollaro scivolando a quota 1.3624. In ribasso di $2.20 l’oro a quota $682.70 all’oncia. In lieve rialzo i titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.66%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 0.20 punti (+0.01%) a 1502.10.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -3.75 punti (-0.20%) a 1903.00.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in ribasso di 10 punti (-0.08%) a 13165.