Società

FUTURES: BENE TARGET MA RESTA ALTA L’INCERTEZZA

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

A un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono contrastati.

Le buone notizie oggi arrivano da settore retail, grazie alle stime offerte dalla seconda piu’ grande catena di negozi americana, Target. La societa’ ha dichiarato di aspettarsi un livello delle vendite comparate, per il mese di giguno, superiore a quello stimato dagli analisti, nella fascia alta delle precedenti stime.

Il fatto rappresenta senza dubbio una nota positiva, ma a mantenere cauti gli operatori e’ la grande incertezza sull’outlook economico e sui tassi d’interesse. Per non parlare del fronte geopolitico da cui potrebbero emergere risvolti che avrebbero l’effetto di far schizzare il prezzo del greggio.

La situazione in Iran, relativa alla vicenda del nucleare, sembra essersi momentaneamente calmata, ma la nuova minaccia della Nord Corea, intenzionata a testare i missili a lunga gittata, rendono il clima nervoso. Anche se non sembra che nulla possa accadere nel breve termine, la tensione resta alta. Nelle contrattazioni elettroniche, il greggio e’ tornato a recuperare terreno. I futures con consegna luglio segnano un progresso di 85 centesimi a $69.83 al barile.

Dopo il deludente dato sulla fiducia dei costruttori, diffuso nella giornata di ieri, gli operatori potranno avere un quadro piu’ completo del comparto grazie al rilascio dei dati sulle licenze di costruzione e sui nuovi cantieri edili. Gli aggiornamenti verranno comunicati prima dell’apertura alle 14:30 italiane.

Tornando sul fronte societario, oltre al settore retail, il focus potrebbe concentrarsi anche sul comparto delle apparecchiature mediche. GE Healthcare ha avanzato una proposta di acquisto pari a $436.3 milioni per la svedese Biacore, il cui principale azionista e’ Pfizer, che si sarebbe gia’ detta favorevole all’operazione

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sul valutario, l’euro e’ stabile nei confronti del dollaro a quota 1.2562. L’oro avanza di $1.60 a $574.00 all’oncia. In progresso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 5.12%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 0.60 punti a 1249.10.

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in ribasso di 2 punti a 1563.00

Il contratto sull’indice Dow Jones avanza di 11 punti a 11019.