FUTURES: BENE HP, MA L’ATTENZIONE E’ PER IL CPI

17 Maggio 2006, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono positivi.

A diffondere il buonumore prima dell’apertura e’ la trimestrale superiore alle attese di Hewlett-Packard. L’attenzione continua comunque ad essere polarizzata dall’inflazione e, nello specifico, dal dato sui prezzi al consumo, che verra’ rilasciato alle 14:30 ora italiana.

Nella giornata di ieri, l’aggiornamento sui prezzi alla produzione, e’ risultato contrastato. Il dato e’ cresciuto dello 0.9%, a causa degli elevati costi energetici, in misura maggiore delle attese. E’ risultata inferiore alle attese, invece, la versione “core”, che esclude le componenti piu’ volatili quali cibo ed energia.

Il CPI , se inferiore al consensus del mercato (+0.5% e +0.2% – “core”), potrebbe fornire ai listini la spinta necessaria per uscire dalla fase di debolezza che li sta caratterizzando dalla scorsa settimana. Nelle ultime quattro sedute, il Nasdaq ha chiuso sempre in rosso, con pesanti perdite che lo hanno portato ai minimi livelli da inizio anno.

Per la cronaca societaria, buone notizie sono state comunicate nell’after hour di ieri dal colosso informatico HP. La societa’, seconda produttrice di Pc al mondo, ha diffuso una trimestrale superiore alle attese di Wall Street; il titolo e’ cresciuto del 4.47%.

Male invece le azioni della societa’ di microchip Applied Materials, in seguito alla comunicazione di un outlook che ha deluso la maggior parte degli investitori.

Nel comparto energetico, petrolio in leggero progresso, ma ancora sotto i $70. I futures con consegna giugno segnano un rialzo di 23 centesimi a quota $69.76 al barile. Gli operatori preferiscono non sbilanciarsi in vista del dato settimanale sulle scorte, che verra’ rilasciato alle 16:30 ora italiana.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, in progresso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 5.15%. Sul valutario, euro in rialzo rispetto al dollaro, riportandosi ad un soffio da $1.29: in questo momento il cambio e’ a quota $1.2896.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 1.50 punti a 1296.40.

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in rialzo di 3.75 a 1632.00.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 15 punti a 11456.