Società

FUTURES ANCORA GIU’ MALGRADO DATI LAVORO

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Si prospetta un inizio di seduta debole per l’azionario americano, con i contratti sugli indici principali di Borsa che quando manca mezz’ora all’apertura delle borse scambiano sotto i livelli della vigilia (vedi quotazioni a fondo pagina), anche se negli ultimi scambi hanno ridotto le perdite iniziali.

A due giorni dalla presentazione delle cifre chiave relative al rapporto mensile del governo sull’occupazione, oggi i trader hanno conosciuto le stime del rapporto dell’ADP di dicembre, che risultate migliori del mese precedente, ma inferiori alle attese, non hanno avuto un particolare impatto sull’andamento dell’azionario.

Alle 16 italiane gli investitori conosceranno i dati riguardanti le attivita’ del settore dei servizi e le minute dell’ultima riunione della Federal Reserve sui tassi di interesse. Dalle ultime dichiarazioni sembra ormai scontato che la Banca Centrale Usa non abbia intenzione di alzare i tassi sul breve periodo. L’investitori cercheranno piuttosto di ottenere indicazioni sui temi e i modi di un’evenutale exit strategy dalle misure straordinarie di rilancio dell’economia.

“Ad un modesto miglioramento dell’economia dovrebbe rispondere un mantenimento dello status quo in materia di politica monetaria. Confermiamo dunque le nostre previsioni sul lungo termine, e la strategia tenuta per la maggior parte dell’anno scorso”, ha scritto in una nota ai clienti l’analista di Goldman Sachs.

“Siamo consapevoli del fatto, tuttavia, – ha concluso Noah Weisberger – che negli ultimi mesi, i trend macro sono stati difficili da sostenere. Con la pubblicazione delle cifre relative al rapporto occupazionale, attese alla fine della settimana, l’equilibrio dei mercati e la propensione al rischio potrebbe cambiare”.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Il Dollar Index intanto avanza dello 0.2% in seguito ai commenti di un esponente del board della Banca Centrale Europea secondo cui gli altri stati Ue non correranno in soccorso della Grecia. Nel frattempo il ministro giapponese delle Finanze Hirohisa Fujii ha presentato le sue dimissioni e sara’ sostituito dal vice Primo Ministro de Paese, Naoto Kan.

In ambito di notizie societarie, i titoli Dow Chemical avanzano dell’1.7% dopo che gli analisti di Barclays Capital hanno deciso di promuovere la societa’ a Overweight da Equal Weight.

Intanto le Kraft Food scivolano dell’1.5% mentre la societa’ continua a tentare la scalata a Cadbury. L’azienda americana ha riferito di aver ottenuto un 1.52% di sottoscrizioni dai soci azionisti di Cadbury per quanto riguarda l’offerta ostile da $16.8 miliardi lanciata sulla produttrice di cioccolato britannica. Da parte loro i titoli Cadbury cedono circa l’1%.

Sotto i riflettori il settore dell’agrochimica, dopo che Mosaic ha annunciato risultati deludenti, pari ad un calo dell’89% degli utili fiscali, e con Monsanto che invece dovrebbe riportare conti in linea. Di tutt’altro tenore la prova di Family Dollar che mette a segno un rialzo del 4% dopo aver annunciato risultati trimestrali migliori del previsto.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico si muovono in rosso le quotazione del greggio. I futures con consegna febbraio cedono $0.30 attestandosi a quota $81.47 al barile. Sul valutario, l’euro scambia in ribasso a $1.4355 nei confronti del dollaro. In progresso l’oro a $1122.60 l’oncia (+$3.90). Arretrano leggermente i prezzi dei Titoli di Stato, con il rendimento sul benchmark decennale che e’ salito al 3.770% dal 3.755% di ieri.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 cede 1.00 punto (-0.09%) a 1131.30.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -1.00 (-0.05%) a 1884.25.

Il contratto sull’indice Dow Jones arretra di 3 punti (-0.03%) a 10512.00.