FUTURES: ALTRO COLPO DALLA CINA, BENE TRIMESTRALI

19 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa continuano a trattare ben al di sotto della parita’ (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio negativo per l’azionario.

L’entusiasmo per il nuovo record storico del Dow Jones ha avuto vita breve dunque.
Forti preoccupazioni arrivano in mattinata dalla Cina, in particolare dal fatto che l’economia del Paese stia surriscaldandosi: la crescita trimestrale e i dati sull’inflazione hanno fatto registrare livelli ben superiori alle attese. Cio’ lascia pensare ad un’adozione da parte del governo di determinati procedimenti atti a far rallentare la sorprendente crescita economica.

Tra questi non si esclude l’incremento dei tassi d’interesse che avrebbero pero’ l’effetto di danneggiare le operazioni delle societa’ esportatrici mondiali, ed americane in particolare.

Gli analisti sono comunque convinti che si tratta di un problema a cui ci si dovra’ abituare col tempo, almeno finche’ l’economia cinese non avra’ assunto un sostenibile tasso di crescita, ridotto rispetto a quello attuale. Al momento si sta assistendo ad un buon trend dell’azionario e la stagione degli utili si sta rivelando migliore delle attese: e’ probabile che sui mercati riprendano a dominare gli acquisti una volta che gli operatori sposteranno nuovamente l’attenzione su tali fattori.

Sul fronte societario, in mattinata salgono le azioni del colosso delle aste online eBay ([[EBAY]]), spinte dai risultati trimestrali diffusi nell’after hour di ieri, rivelatisi superiori al consensus. Bene anche il colosso dei prodotti di largo consumo Altria ([[MO]]) e la banca d’affari Merrill Lynch ([[MER]]) che ha strabattuto le attese con un incremento dei profitti del 29%. C’e’ grande attesa ora per i numeri fiscali di Google ([[GOOG]]) che verranno diffusi subito dopo la chiusura delle borse.

Sul fronte economico, in leggero calo ma superiori alle attese le nuove richieste di sussidio da parte dei senza lavoro. Dopo l’apertura saranno resi noti i numeri sul Superindice di marzo, alle 18:00 ora italiana quelli sul Philadelphia Fed.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, nel settore dell’energia il petrolio ha ripreso a cedere terreno muovendosi al di sotto dei $63 al barile. Nelle contrattazioni del preborsa, i futures con consegna maggio segnano un ribasso di 44 centesimi a $62.69.

Sul valutario, l’euro e’ in lieve calo a quota $1.3593. In flessione di $2.70 l’oro a quota $690.60 all’oncia. In rialzo i titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.63%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 7.00 punti (-0.47%) a 1473.30

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -10.00 punti (-0.54%) a 1838.25.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in calo di 63 punti (-0.49%) a 12795.