FUTURE USA: TIMORI PRIMA DEL DATO MACRO

5 Dicembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) NEW YORK – 5 DICEMBRE – A due ore dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono negativi.

Male il Nasdaq dopo le notizie sull’aggiornamento di meta’ trimestre di Intel ieri a Borsa chiusa.

Giornata fitta di appuntamenti per la macroeconomia. Prima dell’apertura del mercato il report sullo stato dell’occupazione per il mese di novembre. Le attese parlano di 150.000 nuovi posti di lavoro ma molti analisti sono piu’ ottimisti ancora. Sopra 200.000 il mercato potrebbe cominciare a scommettere in un cambiamento nel linguaggio con cui la Fed accompagnera’ la scontata decisione sui tassi di martedi’ prossimo.

A Borsa aperta sono attesi i dati sugli ordini all’industria e sul credito al consumo per il mese di ottobre. A meno di grosse sorprese l’influenza sul mercato dovrebbe essere scarsa.

Sul fronte valutario, il dollaro rimane sotto quota 1,21 contro l’euro (XEU), beneficiando della decisione del Presidente Bush sull’abolizione delle tariffe protezionistiche sull’acciaio. Sempre forte lo yen (XJY) che si tiene sotto quota 108,50 per $1

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 2.20 punti (-0,21%), a 1067,20 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in ribasso di 9,50 punti (-0,66%) a 1.423,50 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones scende di 17 punti (-0,17%) a 9.905 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,35%.

Se vuoi i Futures che vedi in questa pagina IN TEMPO REALE, WSI li fornisce in una delle 12 sezioni riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, utilizza il link INSIDER

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA