FUTURE USA: TIMIDE PROVE DI RIALZO

10 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono tutti in terreno positivo e in rialzo rispetto alla rilevazione precedente. Ai valori attuali l’apertura di borsa dovrebbe essere intorno alla parita’.

Sul fronte macroeconomico nessun dato e’ atteso oggi negli USA.

Nessuna indicazione di rilievo neanche dalle trimestrali. Qualche lume sulle prospettive della tecnologia nei prossimi mesi potrebbe arrivare domani, quando Cisco e Microsoft terranno la conferenza annuale con gli azionisti.

Sul fronte valutario la vittoria del LPD, il partito del Primo Ministro Koizumi, alle elezioni giapponesi, manda al mercato un segnale di continuita’. Pur con una maggioranza piu’ risicata rispetto alla tornata elettorale precedente, lo statista dovrebbe poter continuare sulla strada delle riforme senza grandi problemi. La borsa di Tokio non ne ha comunque beneficiato e ha lasciato sul terreno l’1,17% (Nikkei 225)

In risalita lo yen che scende sotto quota 109 contro il biglietto verde(XJY). Cede qualcosa invece l’euro (XEU) che non si avvantaggia delle parole del nuovo Presidente della BCE, Claude Trichet, sulla volonta’ di mantenere una valuta forte.

Alle 14:30 (le 8:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 1.30 punti (+0,12%), a 1051,70 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 3,50 punti (+0,24%) a 1.437,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones sale di 17 punti (+0,17%) a 9.790 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,43%.

Se vuoi i Futures che vedi in questa pagina IN TEMPO REALE, WSI li fornisce in una delle 12 sezioni riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, utilizza il link INSIDER

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA