FUTURE USA: SI PREVEDE UN’APERTURA AL RIALZO

16 Marzo 2004, di Redazione Wall Street Italia

A meno di un’ora dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono positivi.

Favoriscono il buonumore dei mercati alcune cifre incoraggianti dal fonte degli utili e le nuove notizie sulle fusioni societarie.

La conglomerata industriale 3M dopo la chiusura della borsa di lunedi’ ha espresso ottimismo sui risultati del primo trimestre e del 2004, che saranno favoriti dalla crescita della domanda e dal dollaro debole.

BancWest, divisione di BNP Paribas, acquisira’ Community First Bankshares per unq cifra di circa $1.2 miliardi, offrendo un premio del 15% sul prezzo delle azioni di quest’ultima.

Sul fronte macroeconomico, il dato sui nuovi cantieri edili si e’ rivelato peggiore delle aspettative. A febbraio l’indicatore e’ sceso del 4% a quota 1,855 milioni. Gli analisti si aspettavano un valore di 1,940 milioni.

Cresce intanto l’attesa sulla riunione del FOMC, il braccio operativo della Fed, in calendario alle 20:15. Gli operatori prevedono che la Banca Centrale Usa lascera’ i tassi invariati all’1%, ai minimi di 46 anni, ma faranno molta attenzione ai commenti di Greenspan sui progressi della ripresa Usa, in generale, e del mercato del lavoro, in particolare.

Alle 14:30 (le 8:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 5.40 punti (+0.49%) a 1.110,50 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 guadagna 7.00 punti (+0.50%) a 1.415,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in progresso di 48 punti (+0.48%) a 10.145.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 3.77%.

Sul fronte valutario, nella prima mattinata a New York il cambio euro/dollaro e’ 1.2328.