FUTURE USA: NESSUN ACCENNO DI RECUPERO

17 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

A un ora dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono nettamente in rosso. Agli attuali livelli, l’apertura di Borsa sara’ con il segno meno.

A pesare sull’andamento negativo dei contratti sugli indici azionari, e’ la brutta chiusura di Tokio. Il Nikkei 225 ha terminato le contrattazioni per la prima volta da agosto sotto quota 10.000 punti.

Le tensioni internazionali favoriscono le obbligazioni governative che tornano verso i massimi da quattro settimane.

Sul fronte macroeconomico attenzione ai dati sulle scorte di magazzino di settembre e soprattutto l’Empire State Index del mese di novembre. E’ soprattutto la seconda indicazione a dare qualche spunto di riflessione al mercato.

Per quanto riguardo il mercato valutario, dopo il forte indebolimento del biglietto verde, non e’ escluso un intervento della Bank of Japan, di concerto con altre Banche Centrali, per evitare un ulteriore forte apprezzamento dello yen. I due livelli da tenere d’occhio oggi sono 109 per la valuta nipponica (XJY) e 1,18 per l’euro (XEU).

Alle 14:30 (le 8:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 7.00 punti (-0,67%), a 1041,90 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in calo di 11,00 punti (-0,78%) a 1.398,50 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in ribasso di 67 punti (-0,69%) a 9.686 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,21%.

Se vuoi i Futures che vedi in questa pagina IN TEMPO REALE, WSI li fornisce in una delle 12 sezioni riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, utilizza il link INSIDER

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA