FUTURE USA: LA PAURA VIENE DAL GIAPPONE

23 Ottobre 2003, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono tutti negativi.

Forte delusione per il brusco calo del Nikkei, scatenato dalle cattive notizie provenienti dalle trimestrali di NEC e Sony.

Sul fronte macroeconomico prima dell’apertura del mercato sono attesi i dati sulle nuove richieste di sussidi alla disoccupazione per la settimana terminata il 18 ottobre. Gli analisti attendono un dato quasi invariato rispetto alla settimana precedente a quota 385.000. Eventuali sorprese positive potrebbero mitigare il tono negativo portato dalle forti perdite della borsa Giapponese.

Per quanto riguarda le trimestrali, prima dell’apertura della borsa, i numeri da tenere sotto osservazione sono quelli di: Colgate-Palmolive (CL – Nyse), Dow Chemical (DOW – Nyse), Goodyear Tire (GT – Nyse), Jetblue Airways (JBLU – Nasdaq), PeopleSoft (PSFT – Nasdaq), Sprint PCS (PCS – Nasdaq), Xerox Corp (XRX – Nyse).

A mercati chiusi la blue chip del giorno sara’ Microsoft (MSFT – Nasdaq).

Sul fronte valutario, dollaro stabile sullo yen (XJY), in recupero l’euro (XEU) sopra quota 1,18.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 7.10 punti (-0,69%), a 1023,40 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in ribasso di 17,00 punti (-1,22%) a 1.375,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones scende di 71 punti (-0,74%) a 9.510 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,21%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA