FUTURE USA IN TERRENO NEGATIVO

9 Luglio 2003, di Redazione Wall Street Italia

A tre ore dall’inizio delle contrattazioni a Wall Street, i future sugli indici Usa oscillano attorno alla parita’. Gli investitori continuano ad essere ottimisti sul comparto tecnologico.

La giornata odierna e’ priva di spunti di rilievo sul fronte dei dati macroeconomici. I numeri sulle scorte di magazzino all’ingrosso non dovrebbero influenzare il mercato.

Gli operatori rimarranno concentrati sulla stagione degli utili societari dopo Alcoa (AA – Nyse) che ha presentato i risultati del secondo trimestre ieri, dopo la chiusura del mercato, oggi sara’ la volta di altri due nomi di rilievo.

Tra le altre prenteranno le trimestrali: Yahoo! (YHOO – Nasdaq) e Genentech (DNA – Nyse).

Sul fronte del reddito fisso da segnalare l’asta del Tesoro americano per i TIPS (Treasury Inflation Protected Security) per un controvalore di $11 miliardi. L’appetito degli operatori per questo tipo di strumento potra’ dare qualche utile informazione sulla paura del mercato circa il riaccendersi dell’inflazione (o al contrario sul pericolo deflazione).

Alle 12:30 (le 6:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 2,50 punti (-0,25%), a 1005,10 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in ribasso di 5,00 punti (-0,38%), a 1.294,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones scende di 21 punti (-0,23%), a 9.186 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a 99,17 e rendimenti al 3,69%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA