FUTURE USA IN PREDA ALLA DEBOLEZZA

24 Febbraio 2004, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) NEW YORK – 24 FEBBRAIO – A due ore dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono deboli.

Gli spunti macroeconomici oggi arriveranno dalla fiducia dei consumatori per il mese di febbraio che sara’ resa nota circa mezz’ora dopo l’apertura del mercato. L’indice redatto dal Conference Board e’ atteso in calo a 92 punti contri i 96,8 precedenti.

Per quanto riguarda le notizie societarie, da osservare i numeri della trimestrale di Home Depot (HD – Nyse). Attenzione anche ad Intel (INTC – Nasdaq), ieri protagonista di un calo sostanzioso. Il produttore di chip potrebbe avere conti in sospeso con il fisco americano per una cifra intorno ai $600 milioni, relativa agli anni fiscali 1999 e 2000.

Sul fronte valutario il dollaro rimane stabile sia sul’euro (XEU) che sullo yen (XJY). Il recupero messo a segno la scorsa settimana, continua ad essere percepito dagli operatori come una pausa all’interno di un trend di debolezza del biglietto verde.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 1.40 punti (-0,12%), a 1.146,00 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in ribasso di 0.50 punti (-0,03%) a 1.488,50 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones scende di 17 punti (+0,16%) a 10.682 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,02%.

Se vuoi i Futures che vedi in questa pagina IN TEMPO REALE, WSI li fornisce in una delle 12 sezioni riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, utilizza il link INSIDER

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA